S. Croce riparte subito pensando al Palazzolo

S. Croce riparte subito pensando al Palazzolo

Calcio, Eccellenza/B

Il Santa Croce conquista un’importante vittoria esterna contro lo Sporting Pedara dando continuità alla vittoria casalinga di sette giorni prima contro l’Enna e rilanciandosi in campionato anche verso traguardi ambiziosi. È stata una gara non facile per l’undici biancazzurro che sul finale dei due tempi si è un po’ complicata la vita, nel primo parziale andando sotto per 1-2 e sul finale di gara rischiando di subire il pareggio. Lucenti nel riposo prima strigliava i suoi ragazzi e poi cambiava modulo tattico tanto che da inizio ripresa si vedeva subito in campo un altro Santa Croce che concretizzava la rimonta passando dallo svantaggio a due gol di scarto di vantaggio e subendo solo il 3-4 a un solo minuto dalla fine. Si è visto il Santa Croce della migliore fase di questo campionato con la determinazione e le qualità che l’hanno contraddistinta al punto che, sebbene la zona play off è lontana, la squadra può disputare ancora un finale di campionato che potrebbe riservare delle buone sorprese.

L’analisi della gara e le prospettive del prosieguo del campionato del tecnico Gaetano Lucenti (foto) sono improntate al giusto equilibrio fra risultati e potenziale attuale della squadra: “Abbiamo giocato su un campo in terra battuta sul quale era veramente difficile impostare gioco,  disputando una gara dai due volti, con un primo tempo in cui abbiamo creato tanto e sprecato eccessivamente e un secondo tempo di grande qualità che ritengo sia stato un nostro monologo con la realizzazione di tre belle reti che ci hanno consentito di ribaltare il risultato. Importante comunque aver conquistato tre punti fondamentali per il nostro obiettivo stagionale. Adesso pensiamo a preparare l’importante sfida di domenica prossima contro il Palazzolo. Sara una gara da affrontare con il massimo impegno e la massima determinazione per poter continuare il nostro cammino che dovrà condurci a conquistare quanti più punti in classifica per magari toglierci qualche soddisfazione”.