Marina di Ragusa resta in zona pericolosa

Marina di Ragusa resta in zona pericolosa

Calcio, serie D/I

Il pari con Giugliano lascia l’amaro in bocca al Marina di Ragusa. Il bicchiere è mezzo vuoto perché la vittoria avrebbe consentito di non vedere allungare il Castrovillari, ora a 4 punti dai rossoblù. Tra l’altro i calabri giocheranno domenica ancora in casa contro il Marsala mentre il Marina è atteso dalla insidiosa trasferta di Troina contro una squadra che vorrà riscattare i 5 gol presi proprio dal Castrovillari. Dice il tecnico rossoblù Salvo Utro: “Sappiamo che ci attende un’altra gara difficilissima. Sapevamo di dovere lottare con i denti per riuscire a salvarci senza i play out e ci proveremo fino alla fine”.

Il tecnico si tiene la prestazione della squadra che soprattutto nel primo tempo ha convinto: “Abbiamo fatto il miglior primo tempo della stagione creando tantissimo, siamo stati avvolgenti, abbiamo fatto davvero una buona partita, sotto tutti i punti di vista. Nel secondo siamo entrati in campo un poco più bassi anche perchè avevamo speso tanto nei primi 45 minuti. Però ci sta, anche perchè difronte avevamo la terza forza del campionato e, quindi, era normale una loro reazione ed una partenza più forte. Noi dovevamo stare più indietro per poi ripartire. Però, pur essendo più bassi non abbiamo rischiato nulla. Loro hanno avuto un buon palleggio, ma sugli ultimi trenta metri la squadra ha veramente rischiato poco. Peccato per il pareggio, perchè volevamo vincere per dare continuità al successo di Messina”. Il problema per la squadra di Utro è che le altre squadre impelagate nella lotta salvezza non mollano e tutto è reso più difficile. Il Marina, comunque, ha dalla sua una buona tenuta atletica, un assetto tattico ormai consolidato che l’allenatore ha affinato nel corso delle ultime giornate sfruttando al meglio le caratteristiche dei singoli.