S. Croce scaccia una crisi lunga 2 mesi

S. Croce scaccia una crisi lunga 2 mesi

Calcio, Eccellenza/B

L’ottava rete in campionato dell’italo-argentino Reinero ha regalato domenica contro l’Enna la prima vittoria del 2020 al Santa Croce che così smuove la classifica e allontana la crisi che ormai si protraeva da quasi due mesi. Una vittoria tanto sofferta quanto importante per i ragazzi di Lucenti che dopo la splendida rete dell’ariete argentino si sono complicati la vita rimanendo in inferiorità numerica a causa dell’ingenua espulsione di Gravina, purtroppo non nuovo in questo campionato a simili atteggiamenti poco sportivi, sebbene le qualità del ragazzo non si discutono. Gli ultimi venti minuti di gioco sono stati impegnativi, con i biancazzurri che hanno sofferto più del dovuto ma che sono riusciti lo stesso a portare in porto una vittoria importante per il proseguo del campionato. Il Santa Croce comunque per una buona ora di gara è stato superiore agli avversari proponendo, nonostante le brutte condizioni del terreno di gioco, buone giocate e alcune importanti occasioni da rete. Sugli scudi naturalmente il bomber argentino Reinero che è stato il match-winner ma buona anche la prestazione di Ferraù, di Floridia, di Di Rosa e dell’intero reparto difensivo che ha arginato ogni velleità dell’Enna.

A fine gara l’analisi schietta del tecnico biancazzurro Lucenti: “È stata una partita delicata che i ragazzi hanno giocato con la giusta dedizione. Abbiamo affrontato una squadra con l’acqua alla gola – ha sottolineato il tecnico biancoazzurro -, alla ricerca di punti salvezza ma che, giocando una gara attendista e accorta, ha cercato di sfruttare ogni nostro errore. Nel secondo tempo abbiamo cambiato qualcosa e siamo riusciti a passare in vantaggio meritatamente. Purtroppo l’espulsione di Gravina ci ha condizionato più del dovuto e ha dato maggior vigore all’Enna. Alla fine siamo stati bravi a mantenere il vantaggio e abbiamo conquistato una vittoria importante che ci voleva perché arrivavamo da un periodo particolare e sfortunato. Adesso bisognerà ricaricare le batterie – rileva Lucenti – perché ci attende un’altra gara difficile contro lo Sporting Pedara che, come l’Enna, è alla ricerca di punti per la salvezza. Giocheremo in un campo in terra battuta che ci metterà in difficoltà ma dovremo fare in modo di dare continuità ai risultati positivi conquistati in queste due ultime giornate di campionato. In settimana lavoreremo in quest’ottica e recupereremo anche Ciccio Leone che sarà un’arma in più per poter fare bene domenica contro il Pedara”.