V. Ragusa ritorna primo, Comiso giù ad Acireale

V. Ragusa ritorna primo, Comiso giù ad Acireale

Basket, serie C

Virtus Ragusa-Sport Club  Gravina:  79-66 (16-14, 34-38, 54-59)

Virtus Ragusa: Comitini 2, Bocchieri, di Dio 4, Carnazza, Marletta,  Causapruno 11, An. Sorrentino 17, Salafia 14, Ferlito 2, Canzonieri 9, Ale Sorrentino, Bakula 20 All. Di Gregorio

Sport Club Gravina: Fodale,  Barbera 10, Spina 9, Arena 2, Florio 5, Santonocito 35, Privitera 2, Alì 2, Renna

Arbitri:  Cappello e Fiannaca

Note: I virtussini sono scesi in campo con una maglia commemorativa e le luci del Pala Padua si sono spente per un video che ha esaltato Kobe Bryant tra la commozione generale dei giocatori e del pubblico

La Virtus Ragusa coglie la vittoria nell’ultimo quarto e si regala il primo posto grazie allasconfitta dell’Alfa Catania a Messina. I virtussini hanno una marcia in più e Gravina molla dopo avere tenuto alto il ritmo della gara. Per oltre metà partita le due squadre si sono rincorse e hanno cercato di recuperare il divario che man mano si stava creando. Ragusani ed etnei hanno praticato un pressing molto intenso mettendo in difficoltà i giocatori che sono andati al tiro. Bakula sempre sugli scudi nella Virtus mentre Santonocito, ben 35 punti, è stato leader assoluto per i suoi. Partenza subito veloce e squadre che si rincorrono. Gravina risponde canestro su canestro e la Virtus chiude con solo 2 punti di vantaggio.

Il secondo periodo conferma una sostanziale parità sul tabellone. Canzonieri e Andrea Sorrentino a suon di triple cercano una via di fuga agevole ma dall’altra parte Santonocito risponde con la stessa moneta. Il pressing in area si fa più asfissiante per entrambe gli schieramenti e i falli cominciano a fioccare. Il punteggio è una come una giostra con le sue pericolose salite e le sue ripide discese. Entrambe le squadre si sorpassano a vicenda in pochi minuti. Il ritmo del match è altissimo e né i padroni di casa né gli ospiti accennano ad un calo di intensità. Con un colpaccio all’ultimo secondo di Santonocito il Gravina si porta + 4 dai ragusani.

Al ritorno dal riposo lungo i padroni di casa entrano in campo più agguerriti e con la voglia di imprimere un segno alla partita. Andrea Sorrentino da fuori area e Salafia sotto canestro provano a mettere la testa avanti ma gli ospiti non lasciano campo libero ai ragusani. I ragazzi di coach Marchesano giocano con l’acceleratore azionato e hanno in Santonocito il loro trascinatore che da solo segna un punto dietro l’altro dentro e fuori l’area. Quando manca poco più di un minuto alla fine della terza frazione di gioco Bakula si fa più incisivo in area e regala l’ennesimo sorpasso sui gravinesi. L’ultimo quarto si gioca sempre sul filo dell’equilibrio, almeno all’inizio.  Entrambe le squadre fanno girare palla velocemente e si corre da una parte all’altro del campo in maniera costante e decisa. Andrea Sorrentino e Causapruno cominciano a mettere distanza dal Gravina che pian piano accusa la panchina corta. Il turn-over di coach Marchesano è costante ma non basta per far rifiatare i suoi. A questo punto i virtussini in piena lucidità si fanno avanti dapprima chiudendo la propria area con una difesa coriacea e impenetrabile dall’altra vìolano l’area avversaria finalizzando dopo azioni ben costruite. Negli ultimi minuti il Gravina molla la presa e i ragusani chiudono il match agevolmente con il risultato finale di 79 a 66.

Acireale-Olympia  Comiso: 82-72 (25-13; 40-44; 55-64)

Acireale: Antronaco, Tumpa 5, Cerame, Genovesi 1, Gulisano, Attanasio, Patanè 13, Bonomo, Venticinque 3, Panebianco 31, Berzins 23, Prudente 7. All. Angirello

OlympiaComiso: Pace 1, Floridia, Turner 20, Farruggio 10, Occhipinti 17, Boiardi 10, Savarese, Palazzolo, Hayes 6, Knezevic 8. All. Ceccato

Arbitri: Micalizzi e Squadrito

Finale amaro per l’Olympia Comiso sul parquet dell’Acireale. Il quintetto di Ceccato cede nell’ultimo quarto sotto i colpi di un incontenibile Panebianco (31 punti a referto) che sul 71-70 realizza un tiro da 3 che dà il via alla vittoria dei padroni di casa. Acireale propositivo in avvio. Comiso gioca e chiude in vantaggio prima del riposo lungo grazie  ad un Turner dalla mano calda.  Comiso sempre avanti nel terzo tempinoe la vitorria sembra a pportata di mano ma nel quarto parziale cambio d’inerzia totale della gara con Patanè che con 8 punti di fila riapre la contesa. Poi  Panebianco show e Acireale esce vittorioso.