Comiso beffa Pozzallo, Modica supera Ispica

Comiso beffa Pozzallo, Modica supera Ispica

Calcio, Promozione/D

Virtus Ispica-Modica: 2-3

Marcatori: pt 12′ Paternò (rigore), 39′ Maiorana (rigore), st 8′ Adamo, 10′ e 50′ Vicari.

Virtus Ispica: Incatasciato, Peluso, Fabrizio Bonaventura, La China, La Cognata, Buscema, Implatini, Colombo,Adamo (st 33′ Sirugo), Paternò, Cavallo (st 43′ Marco Bonaventura) All. Saro Monaca.

Modica: Vindigni, Cassibba, Campailla, Floro Valença, Basile, Lombardo, Sammito, Gurrieri, Vicari, Maiorana (st 43′ Kinna), Hydara (st 40′ Pisana) All. Filippo Raciti.

Arbitro: Marino di Siracusa

Vicari beffa la Virtus Ispica nei secondi finali e guarda ora ad un posto nei play off. I rossoblù hanno disputato una partita gagliarda al “Consales” di Rosolini contro una  Virtus Ispica che ha lottato fino alla fine. I giallorossi di Monaca sono stati due volte in vantaggio ma non sono riusciti a mantenere il vantaggio pagando a caro prezzo un paio di ripartenze dei rossoblù. Il derby comincia male per il Modica  perché al 12′ Basile anticipa l’ex Marco Adamo che finisce a terra ma il direttore di gara ravvisa il fallo ed  assegna il calcio di rigore che Enrico Paternò trasforma con freddezza portando in vantaggio i padroni di casa. Il Modica s’innervosisce, ma prova a reagire. Al 24′ Maiorana sulla destra “scarica” per Hydara (ottimo l’esordio del gambiano) che lascia partire un rasoterra che Incatasciato para a terra. Al 32′ doppio pericolo per la porta rossoblu. Implatini serve Fabrizio Bonaventura che dal vertice sinistro dell’area modicana crossa sul secondo palo, dove Cavallo scaccia di testa, Vindigni in bello stile sfodera una parata miracolosa deviando in corner. Dal successivo tiro dalla bandierina l’estremo rossoblù si ripete con un altro miracolo deviando nuovamente in angolo un tiro a botta sicura di un attaccante giallorosso.

Al 39’ il Modica perviene al pareggio. Maiorana salta in velocità Peluso, che prima lo strattona e poi lo atterra in piena area di rigore. L’arbitro anche in questo caso non ha dubbi e indica il dischetto. Dagli undici metri lo stesso Maiorana riporta il punteggio in parità (foto). Nella ripresa al primo affondo la Virtus Ispica si riporta in vantaggio. Implatini dalla sinistra crossa sul secondo palo, Cavallo fa da sponda per Adamo che di testa da pochi passi mette alle spalle di Vindigni che riesce a deviare, ma non a evitare il sorpasso virtussino. Al 10′ i “Tigrotti” pareggiano. Gurrieri serve sulla corsa Vicari che dal limite di prima intenzione lascia partire un diagonale a mezza altezza che non lascia scampo al portiere. Il Modica ci crede e al 25′ va vicino al vantaggio. Sammito serve per vie centrali Maiorana, che arriva al limite e scarica in porta con palla che esce di poco a lato. Al 38′ Implatini crossa in area dalla destra, Paternò è anticipato dal colpo di testa di Cassibba che allontana, sulla sfera arriva per primo Colombo che da buona posizione spara altissimo. Al 49′ occasione per Vicari che ruba palla a centrocampo e s’invola in porta in solitario, entra in area e tira rasoterra con Incatasciato in uscita che miracolosamente riesce a deviare in angolo. Dal successivo corner di Valença, Kinna di tacco fa da sponda per Vicari che da pochi passi insacca facendo esplodere di gioia il settore ospite del “Consales”.

Pozzallo-Comiso:2-3

Marcatori: 12’pt  Conteh, 22’ e 41 pt Bojang, 22’st e 33′ st Porto su rigore

Pozzallo: Fornoni, Iabichella (25’ st. Cappello), Belluardo, Fusca, Vindigni, Ricca, Drago (8’ st. Linares), Butera, Arena, Filicetti, Porto. All. Rosa

Comiso: Meli, Amoretti, Leggio, Assenza, Indigeno, La Raffa (39’ pt. Rizza), Marino (44’ st. Tummino), Rizza, Conteh (25’ st. Zenzero), Mascara, Bojang. All. Violante.

Arbitro: Lorenzo Armenia di Ragusa

Campanello d’allarme in casa Pozzallo. I biancazzurri si fanno superare dal Comiso davanti al proprio pubblico e sprecano l’occasione di allungare in classifica. La velocità degli attaccanti del Comiso è stata la chiave della vittoria dei verdearancio che nel  primo tempo erano già sul 3-0. La difesa del Pozzallo ha tentennato più del dovuto ed è arrivata in ritardo a chiudere Bojang e Conteh che non hanno perdonato.  Clamoroso il terzo gol con traversa colpita da Porto e palla che arriva a metà campo dove Bojang si invola trafigge per la terza volta Fornoni in uscita. Il Pozzallo ha colpito due traverse ed un palo ma non è bastato. Così come la netta superiorità nel secondo tempo quando ha stretto il Comiso nella propria metà campo. Non sono bastati i due rigori trasformati da Porto ed il Pozzallo ha dovuto cedere i 3 punti casalinghi per la prima volta in campionato. L’approccio dei biancazzurri è stato la causa della sconfitta ma il Comiso ha disputato una partita attenta e giudiziosa sfruttando fino in fondo le caratteristiche dei suoi uomini.

Frigintini-Megara:2-2

Marcatori:pt. 26’ Calabrese; st. 4’ Di Mauro, 22’ Sella, 30’ Di Martino (autorete)

Frigintini: La Licata, Di Martino, Corallo, Rinzivillo, Pianese, Vinci (23’ pt. Suizzo), Iemmolo, Vitale (34’ pt. Sella), Caccamo (35’ st. Bufalino), Calabrese (37’ st. M. Buscema), Noukri. All. Di Rosa

Megara: Cirnigliaro, Venditti (24’ st. Palma), Monservigi (39’ st. La Ferla), Costa, Casavecchia, Campanella, Palazzolo, Caruso, Di Mauro, Carbonaro, Alfò (35’ st. Ferraguto). All. Di Maria

A r b i t ro : Augello di Agrigento 

Note:espulsi Pianese e Caruso nel secondo tempo

Il Megara trova un punto al “Caitina” solo grazie ad una autorete di Di Martino nel finale di gara. I rossoblù hanno dato filo da torcere alla vicecapolista che ha dovuto arginare le avanzate degli attaccanti locali. Calabrese ha portato in vantaggio il Frigintini che chiude il primo tempo sull’1-0.  In apertura di ripresa il pareggio del Megara con Di Mauro (4’). All’11’ i locali vicini al nuovo vantaggio ma Sella arriva scoordinato sul cross di Iemmolo e non riesce a deviare in rete il pallone da pochi metri. L’espulsione di Pianese complica l’assetto tattico dei rossoblù ed il Megara prova a sfruttare la superiorità. Al 22’ Sella trova la coordinazione giusta e fa 2-1, ma pochi minuti dopo una sfortunata deviazione dà il nuovo pari al Megara. Il rientrante Bufalino potrebbe avere la palla buona nel finale ma viene bloccato da Caruso che viene espulso per fallo da ultimo uomo.

Sporting Eubea-Atletico Scicli: 2-0

Marcatori:22′ pt Mogni, 18’st D’Agosta

Sporting Eubea: Strano, Darboe, Alma, Maugeri, D’Agosta (79′ Jobarteh), Bozzanga, Dadone (55′ Furnò), Mogni, Camarà (93′ Messina), Valerio (96′ Di Franco), Travaglianti. All. Astorino.

Atletico Scicli: Cilmi, Voi, Occhipinti A., Arrabito (95′ La China), Fidone (76′ Padua), Rizza, Donzella, Gennuso (63′ Vindigni), Arena, Occhipinti K. (74′ Bongiardina), Grimaldi (66′ Spitale). All. Tasca

Arbitro : Castelletti di Caltanissetta 

L’Atletico crea ma spreca, lo Sporting segna due gol evince. La squadra di Tasca ha avuto in avvio le migliori occasioni per passare in vantaggio con Grimaldi e Gennuso che sono stati bloccati dal portiere Strano, autore di due interventi prodigiosi. Nel finale di tempo Mogni segna di testa il gol del vantaggio e nella ripresa ci pensa D’Agosta ad arrotondare con un tiro da dentro l’area.

I risultati della seconda giornata di ritorno (12 gen. 2020):

Sp. Eubea-Atl. Scicli:2-0

Leonfortese-Caltagirone:1-4

 Pozzallo-Comiso:2-3

Priolo-Don Bosco:3-0

 Frigintini-Megara:2-2

 RG-Floridia:0-0

 Virtus Ispica-Modica:2-3

Armerina-Siracusa:1-1

La classifica:

Pozzallo 36

Megara 36

Siracusa 34

Caltagirone 32

Virtus Ispica 26

Modica 25

Comiso 24

Floridia 24

Sp. Eubea 24

Frigintini 21

Leonfortese 18

Atl. Scicli 18

RG 17

Armerina 15

Don Bosco 13

Priolo 7