Pozzallo, Ispica e Modica pari.  Scicli vince derby

Pozzallo, Ispica e Modica pari. Scicli vince derby

Calcio, Promozione/D

Modica-RG: 2-2

Marcatori: pt 11′ Lombardo, 40′ Vicari, st 1′ Scalora, 13′ Lanza.

Modica: Gianchino, Mazza, Campailla, Floro, Cassibba, Lombardo, Sammito, Gurrieri, Vicari, Maiorana, Kinna. All. Filippo Raciti.

RG Siracusa: D’Alessio, Nitto, Schiavone, Camilli (st 1′ Fratantonio), Conti, Conselmo, Mangiameli (st 43′ Mendoza), Kone, Aloschi (st 12′ Lanza), Scalora, Azzaro.  All. Nicola Bonarrigo

Arbitro: Carnemolla di Ragusa

Modica presuntuoso cede un punto al volitivo RG. Un mezzo passo falso dei rossoblù che al “Barone” (foto) non sono riusciti a capitalizzare il doppio vantaggio del primo tempo facendosi raggiungere nella ripresa. I rossoblù hanno di che recriminare per le assenze degli squalificati Basile e Galfo, di Kebbeh e per un paio di situazioni in area avversaria su cui l’arbitro ha sorvolato. La marcia del Modica verso la zona play off si complica nonostante gli sforzi della società sul mercato di riparazione.

La partita si era messa bene per il Modica passando in vantaggio già al 10’ con un gol in acrobazia di Lombardo su corner di Floro. RG si scuote e si rende pericoloso con un paio di incursioni di Scalora, Al 40′ arriva, comunque,  il raddoppio. Gurrieri  serve  Vicari, che appena in area tira sul primo palo mettendo alle spalle di D’Alessio. Neanche il tempo di entrare in campo nella ripresa che RG dimezza lo svantaggio. Scalora riceve palla sulla sinistra, mira alla destra di Gianchino ed è 2-1. Il pari è cosa fatta dopo appena 10′. Nitto crossa per Lanza appena entrato in campo. Il giovane ospite colpisce di testa anticipando i difensori rossoblu ed insacca sotto la traversa. Il Modica si scuote e costruisce un’occasione con Gurrieri, il cui tiro viene liberato sulla linea da Conti. RG non si ferma e colpisce la traversa con il pericoloso Scalora al 27’. Vicari potrebbe raddoppiare proprio nei secondi finali ma il suo pallonetto finisce fuori di centimetri.

Caltagirone-Virtus Ispica:1-1

Marcatori: 36’pt La Cognata, 44’st Evola

Virtus Ispica: Incatasciato, Peluso, F. Bonaventura, Di Dio, La  Cognata, Buscema, Implaatini, Colombo, Sirugo, La China, M. Bonaventura

Virtus Ispica coraggiosa al “Bongiorno” I padroni di casa acciuffano il pari ad un minuto dal termine dopo avere condotto un secondo tempo nella metà campo virtussina. La squadra di Saro Monaca si è battuta con tutte le sue forze e le scelte del tecnico che ha lasciato in panchina Paternò, Presti e Cavallo hanno premiato. E’ stato proprio La Cognata su un punizione battuta da da Colombo a trovare l’inzuccata giusta e portare i virtussini in vantaggio al 36’. Il Caltagirone ha accusato il colpo ma nel secondo tempo ha ripreso coraggio ed ha cominciato a premere. Al 20’traversa clamorosa di Ruscica con Incatasciato battuto. Quando la Virtus Ispica sembrava ormai in dirittura d’arrivo per cogliere i 3 punti il gol del pari. La Virtus resta così a 3 punti dai calatini ed attende la sfida con il Modica di domenica prossima.

Atl. Scicli-Frigintini: 1-0

Marcatore: Arena al 6′ st (rigore)

Atletico Scicli: Cilmi, Voi, Occhipinti, Bongiardina, Arrabito (43’ st Padua), Fidone, Rizza, Gazzè (14’ st Donzella), Gennuso (27’ st Gjoci), Arena, Spitale (32’ st Grimaldi). All. Roberto Tasca

Frigintini: La Licata, Corallo, Suizzo, Rinzivillo, Pianese, Vinci, Noukri, M. Buscema (32’ st Iemmolo), Caccamo, Calabrese (27’ st Puma), Vitale (39’ st A. Macauda). All. Stefano Di Rosa

Arbitro :Marino di Siracusa

L’Atletico Scicli continua la sua serie positiva battendo allo Scapellato” il Frigintini. Tre punti che portano i “gabbiani” lontano dalla zona play out. E’ stato Daniele Arena a trasformare il rigore concesso per un fallo di Suizzo a dare la vittoria all’Atletico. I padroni di casa hanno poi difeso con i denti il vantaggio anche se il Frigintini deve recriminare per alcune situazioni favorevoli con Puma nella ripresa e Calabrese nel primo tempo. E’ stata una gara con poche occasioni e giocata soprattutto a centrocampo, decisa da uno dei pochi episodi creati dai padroni di casa.

Comiso-Armerina:1-2

Marcatori:34’ Bojang, 67’ Sall, 92’ F. Alessandro (rig.)

Comiso: Meli, Assenza (79’ Indigeno), Modica (87’ Tummino), Di Franco (79’ Gulino), Di Stefano, La Raffa, Bojang, Rizza (68’ Zenzaro), Conteh, Mascara, Marino

Armerina: D’Antone, Sanyang, Lobartolo, Liuzzo, C. Alessandro, Falcone, Latragna, Sall, D’Amico (88’
Satorini), F. Alessandro, Keyta

A r b i t ro : Orlandi di Siracusa 

Terza sconfitta connsecutiva per la squadra di Violante che cade per un rigore nei minuti di recupero.  Alessandro trasforma la massima punizione concessa per un mani su tiro dii Keyta. Il Comiso era andato in vantaggio nel primo tempo ma poi si è fatto raggiungere in modo  inopinato da Sall. Nel finale la beffa.

Megara Augusta-Pozzallo: 2-2

 Marcatori: 14’ pt Casavecchia, 22’pt Alfò, 48’pt Drago, 48’st Arena

Megara: Cirnigliaro, Cardile (92’Campisi), Venditti, Balsamo, Casavecchia, Campanella, Palazzolo, Busso, Di Mauro (86’La Ferla), Carbonaro, Alfò (68’Anfuso). All. Di Maria

Pozzallo: Fornoni, Maltese (54’Iapichella), Belluardo, Fusca, Vindigni, Ricca, Drago, Butera, Arena, Linares, Porto. All. Rosa

 Arbitro: Meo di Isernia

Il Pozzallo prima affonda, poi recupera ed infine rischia anche di vincere. E’ stata una partita ricca di episodi al “Megarello”dove si è giocato a porte chiuse la sfida tra le prime due della classe. Quattro gol, tre legni colpiti dal Pozzallo, due espulsi e otto ammoniti sono stai gli ingredienti di una partita vibrante che fino ai secondi finali ha riservato colpi di scena. L’ultimissimo è toccato a Porto a tempo ormai scaduto quando il capitano pozzallese su assist di Butera a portiere battuto ha mandato fuori il gol del possibile 2-3. Il Pozzallo è sceso in campo privo di Filicetti, che ha accusato crampi allo stomaco, ma si è battuto comunque alla grande recuperando un inizio partita traumatico. Dopo 22’gli azzurri erano già sotto di due gol contro un Megara che ha pigiato sull’acceleratore. La squadra di Peppe Rosa ha preso minuto dopo minuto il comando delle operazioni ed ha costretto nella propria metà campo i neroverdi di Di Maria anche perché i locali hanno giocato in 10 dal 40 della prima frazione.

La partenza è tutta dei padroni di casa. Al 14’ punizione battuta da Alfò che spiove in area. C’è il capitano Casamacchia in agguato solo davanti a Fornoni e mette in rete. Nicola Arena è in difficoltà, Porto non spinge ed il Megara trova il secondo gol  con Alfò che entra in area, punta Ricca e lo salta e poi lascia partire un tiro a giro per il raddoppio. A questo punto il Pozzallo reagisce e per sua fortuna trova il gol del pari prima di andare negli spogliatoi grazie  d un colpo di testa di Arena che in area libera Drago che si gira e mette in rete. Il secondo tempo vede il Pozzallo in avanti. Dopo 10’ Ricca subisce una gomitata da un avversario che viene espulso. Megara in 9 e Pozzallo che spinge al massimo. Linares prima e Arena poi colpiscono la traversa. Al 38’ ancora Arena centra il palo e la palla non entra. Si arriva all’ultimo minuto. Cross di Porto in area a scavalcare sul secondo palo. Arena di testa mette nell’angolo e trova un pari che vale oro.

I risultati della prima giornata di ritorno (5 gen.2020):

Megara-Pozzallo:2—2

Caltagirone-Ispica:1-1

Atl.Scicli-Frigintini:1-0

Comiso-Armerina:1-2

Floridia Sp. Eubea:4-2

Siracusa-Priolo:6-0

Modica-RG::2-2

Don Bosco-Leonfortese:0-0

La classifica:

Pozzallo 36

Megara 35

Siracusa 33

Caltagirone 29

Virtus Ispica 26

Floridia 23

Modica 22

Comiso 21

Sp. Eubea 21

Frigintnii 20

Leoonfortese 18

Atl. Scicli 18

RG 16

Armerina 14

Don Bosco 13

Priolo 4