S. Croce a Rosolini. Evitare la quarta caduta

S. Croce a Rosolini. Evitare la quarta caduta

Calcio, Eccellenza/B

Il Santa Croce, reduce da tre sconfitte consecutive si rituffa nel campionato con una partita – la prima del girone di ritorno –  assai impegnativa in programma domenica, con inizio alle 14,30, allo stadio comunale “Salvatore Consales” di Rosolini contro i forti granata inseriti in piena zona play off. La formazione di Lucenti, che al giro di boa ha 23 punti in classifica, non potrà contare sull’apporto del difensore centrale Sferrazza, e degli attaccanti Leone e Di Rosa, tutti e tre squalificati, mentre si profila in dubbio anche il rientro dell’altro difensore centrale titolare, Stechina. La formazione di casa, di contro, non avrà in organico l’esperto centravanti argentino Agudiak squalificato. La società biancoazzurra, in questa pausa natalizia, ha voluto fare il punto della situazione dopo le ultime gare di campionato che hanno fatto registrare tre pesanti sconfitte consecutive frutto di tanta sfortuna ma anche di grossolani errori.

” Il bilancio di questo girone d’andata è sicuramente positivo con 23 punti all’attivo – spiega il direttore sportivo Claudio Agnello -E’ un buon percorso nonostante le ultime tre sconfitte consecutive. La classifica, in questo momento, è molto corta ma dobbiamo stare attenti ai nostri diretti concorrenti.  Dobbiamo lavorare tanto per raggiungere il nostro obiettivo prioritario della salvezza”. Tre sconfitte di fila che hanno ridimensionato il cammino del Santa Croce allontanandola dalla zona play off sebbene abbastanza lontana dalla zona retrocessione.  “La squadra ha le sue responsabilità in alcuni episodi specifici – ammette il direttore sportivo biancoazzurro – specie sulle tante squalifiche inflitte dal giudice sportivo. Da questo dato la squadra deve imparare molto sulla tenuta mentale in alcuni momenti topici delle gare che possono avere effetti devastanti sul campionato e sugli obiettivi da raggiungere. La partita di domenica contro il Rosolini si prospetta assai impegnativa – conclude Agnello – perché verrà disputata contro una delle grandi di questo girone di Eccellenza.  Il Santa Croce però ha le potenzialità e le capacità per poter fare risultato ovunque”. Serve quindi una scossa ai biancoazzurri allenati da Lucenti, lui stesso squalificato fino al 10 febbraio prossimo. Il tecnico ragusano dovrà valorizzare gli elementi a disposizione e i giocatori dovranno affrontare una gara di sacrificio e volontà per cercare di portare a casa un risultato positivo.