Eirene: troppi infortuni, si pensa ai rinforzi

Eirene: troppi infortuni, si pensa ai rinforzi

Basket, A1

Ragusa e Schio guidano la classifica. S.Martino e Venezia seguono a due punti dopo avere perso i rispettivi incontri con Lucca e con Schio. Il gruppo di testa si sfalda e Ragusa conserva, seppur alla pari con le scledensi, il titolo di capolista grazie al fatto di avere battuto Schio nello scontro diretto. La Virtus Eirene è uscita bene dallo Zauli di Battipaglia oltre ad avere conquistato i due punti. Soddisfatto coach Gianni Recupido (foto): “Un ottimo approccio alla partita: bene perché abbiamo giocato in 10. Unica nota stonata, la difesa nel secondo quarto che ha concesso troppo, per il resto abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare”.  Il problema del tecnico è di recuperare le giocatrici infortunate. Oltre a Kaceirk che rientrerà a marzo si è aggiunta la distorsione di Ibewke. La nigeriana deve stare ferma e non può forzare per cui l’organico biancoverde è ridotto all’osso. La società si sta guardando attorno e pensa ad una italiana.  Gianni Recupido ha fatto un pensierino a Tagliamento, la migliore in campo a Battipaglia, ma è tutto da vedere se la giocatrice e la società sono disponibili al trasferimento.  Domenica si gioca in casa con Costa Masnaga e non dovrebbe essere un problema ma tra due settimane bisognerà rendere visita a S. Martino di Lupari e la Virtus Eirene dovrà essere al meglio delle sue forze per giocarsela.

E’ successo domenica:

Virtus Eirene Ragusa-Battipaglia: 67-87(11-27, 35-42, 47-68)

Battipaglia: Tagliamento 21, Nori 15, Galbiati 2, Houser 10, Ciabattoni 6; Cremona 8, Gomez 5, Mazza. All. Orlando

Virtus Eirene Ragusa: Romeo 18,  Soli 3, Walker 25, Hamby 18, V. Gatti 2; Consolini 11, L. Gatti 2, Stroscio 3, Nicolodi 5. All. Recupido

Ordinaria amministrazione per la Virtus Eirene. Vittoria doveva essere e vittoria è stata sul parquet dello “Zauli”. Le campane si sono battute e hanno dimostrato di non meritare lo zero e l’ultima posizione in classifica. Coach Orlando ha buttato nella mischia l’ultima Arrivata Ciabattoni ed ha avuto in Tagliamento il suo punto di forza ma non è servito. Ragusa ha rivisto in campo Dearica Hamby che ha fatto fino in fondo il suo dovere mettendo a referto i suoi 18 punti. Per una straniera che rientra una che manca. Ibewke infatti si è infortunata in settimana al ginocchio e dovrà stare ferma per qualche settimana. La Virtus Eirene ha gestito al meglio la gara partendo bene con i canestri a ripetizione di Ashley Walker, 25 punti per lei. Nel primo quarto Ragusa concentrata ed affamata, mette in campo tutte le sue qualità tecniche e  travolge una timida Battipaglia, dopo 2 minuti biancoverdi avanti (0-10). E la situazione va complicandosi sempre più per le bianco-arancio: Ragusa, infatti, domina nel pitturato (immarcabile Hamby) e tira benissimo dalla distanza con Romeo. Si chiude sul 11-27.

Nel secondo quarto Ragusa subisce un clamoroso 13-0 di parziale grazie al quale le padrone di casa (trascinate da Tagliamento) rientrano prepotentemente in partita (24-27 al 14′). Battipaglia non si ferma lì, arrivando, grazie ad una tripla di Tagliamento (eccellente il suo primo tempo, 19 punti), anche a -2 (27-29). A quel punto, però, c’è la veemente reazione di Ragusa che, in breve, si riporta sul +10 (27-37), poi Battipaglia porta a -7 (35-42) prima del riposo lungo. I primi 4 minuti del terzo quarto sono all’insegna di un sostanziale equilibrio. Poi, d’improvviso, Ragusa accelera mentre, contemporaneamente, Battipaglia abbassa notevolmente il proprio ritmo perdendo anche lucidità. Le biancoverdi allungano sospinte da una Hamby immarcabile. Al 26’, Ragusa è sul +19 (43-62). Ragusa domina, Hamby anche, Battipaglia non ne ha più. Al 30’, le aquile bianco-verdi hanno la vittoria in tasca (+21, 47-68). Nell’ultimo quarto il match scivola via senza scossoni. Ragusa controlla la situazione senza problemi facendo valere centimetri, muscoli ed esperienza: Hamby e Walker dominano sotto canestro, Romeo inventa e Consolini rifinisce con classe ed eleganza.