Ardens Comiso spreca. E’ sconfitto di misura

Ardens Comiso spreca. E’ sconfitto di misura

Volley, B2

Volley S. Stefano di Camastra-Ardens Comiso: 3-2 (22-25, 20-25; 25-17; 25-15, 15-13)

Ardens Comiso: Gabriele 2, Saracino 9, Gambini 5, Piscopo 17, Di Emanuele 10, Pace 4, Guccione (lib.), Iapichino, Sudano n.e, Matarazzo, Chiarandà n.e., La Rosa n.e. All. Marchisciana.

Arbitri La Mantia e Lo Buglio di Palermo

Al PalaCeramica l’Ardens spreca una grande occasione per portare i 3 punti a casa. Il sestetto di Concetta Marchisciana si deve accontentare solo di un punto dopo essersi fatto rimontare dal 2-0. Un calo fisico nella seconda parte della gara ha penalizzato oltremisura le casmenee che erano partite alla grande. La partita inizia bene per le comisane, che tra alti e bassi riescono a portare a casa i primi due set: si vedono delle buone trame di gioco e una buona intesa. Nonostante qualche distrazione nel corso del primo set, la partita sembra ormai avviata verso la vittoria, ma nel terzo set la squadra di casa ritrova le forze fisiche e mentali per rimettere tutto in gioco. Le padrone di casa  si portano subito sul  6-0 e non sbagliano più un pallone: il set è tenuto tiene saldamente in pugno per tutto il tempo fino al 22-12, quando le biancorosse provano a reagire portandosi sul 23-16, senza però riuscire a completare la rimonta. Il terzo set finisce 25-17 per la Camastra.

Il quarto set comincia quasi come il terzo, ma con il tentativo di Comiso di tener testa. Le atlete di coach Marchisciana ci riescono fino al 15-12, ma non passano mai in vantaggio e la Volley Camastra prende il largo vincendo il set per 25-15. Nel quinto e ultimo set arriva finalmente il moto d’orgoglio delle atlete comisane che vanno subito in vantaggio per 4-6 e lo mantengono fino al 7-10, quando arriva un nuovo blackout che consente alle stefanesi di rimontare fino al 15-13 finale e di chiudere set e partita in proprio favore.

“Una sconfitta che brucia per come è maturata, ma che ci fa ben sperare per il futuro: abbiamo guadagnato un punto –commenta il Presidente Giovanni Sudano – e le ragazze iniziano a trovare l’intesa che è mancata finora. Abbiamo avuto un calo di tensione e su questo dobbiamo lavorare, ma considerando che molte non sono ancora al cento per cento, sono ottimista in vista delle prossime partite di campionato”.