V. Eirene con il turbo pronta per Venezia

V. Eirene con il turbo pronta per Venezia

Basket, A1

Virtus Eirene ha fatto felici i tifosi al seguito della squadra al Palamangano. La vittoria nel derby è ragusana e coach Gianni Recupido così commenta: “Un bel derby di Sicilia, bellissimo avere i nostri tifosi al seguito e bellissimo vincere davanti a loro giocando bene. Il distacco finale è un po’ eccessivo per l’andamento della partita; Palermo ha attaccato bene nei primi due quarti e noi abbiamo attaccato molto bene le loro difese tattiche. Poi abbiamo stretto un po’ le maglie in difesa e abbiamo preso in vantaggio importante. Venivano da una settimana complicatissima e c’era molta preoccupazione prima della partita, bravissime le ragazze ad interpretare al meglio la partita per tutti i 40 minuti”.

Ragusa attende ora al PalaMinardi (sabato alle 20.30) Venezia reduce dalla vittoria nel derby veneto con S. Martino di Lupari. Una partita che decreterà la capolista solitaria prima della sosta del campionato. Non sarà decisiva per stabilire le posizioni definitive in classifica ma vincendo Ragusa, forte anche del successo esterno contro Schio, può ottimisticamente pensare al primo posto nella stagione regolare a meno di inciampi improvvisi. Il quintetto biancoverde ha potenza, velocità e tecnica  oltre ad una panchina ben assortita. Per non dimenticare l’esperienza ormai acquisita nelle sfide al vertice.

E’ successo domenica:

Palermo-V. Eirene Ragusa: 66-97 (21-29, 36-51, 51-76)

Palermo: Miccio 7, Flores, Cupido 10,  Manzotti 8, El Habbab; Russo 16, Verona 2, Gatling 23, Gioè. All. Coppa

Virtus Eirene Ragusa: Romeo 17, Consolini 15,  Kacerick 20, Walker 10, Hamby 21; V. Gatti 8, Soli 4, L. Gatti, Baglieri 2;  All. Recupido

Al Palamangano è un derby troppo sbilanciato. Palermo fa quel che può ma la Virtus Eirene è straripante. Partita chiusa già nel primo quarto e poi si gioca quasi per allenarsi. Ragusa fa quel che vuole in capo con le sue star ma anche le giovani che coach Recupido manda su parquet  si comportano bene. Resta a riposo Ibekwe ma Consolini, Kacerick , Hamby e Romeo fanno il bello e il cattivo tempo. La vittoria così abbondante, +31, è il miglior viatico per la sfida al vertice di sabato che si gioca al PalaMinardi contro Venezia, vincitrice nel derby veneto con S. Martino di Lupari. Ragusa è in ottima salute e si vede anche per la confidenza con la quale le biancoverdi vanno al tiro da 3 e ne mettono a segno una buona percentuale. Palermo ha in Gatling il suo migliore elemento ma l’americana predica nel deserto.

Ragusa apre con capitan Consolini dopo 2’ e va ancora a canestro con Walker per il 0-4.Kacerick realizza il primo dei suoi tri da 3 e porta Ragusa avanti di 5, 2-7 al 3’. Palermo lotta e ha in Gatling la migliore tiratrice. Kacerick è ispirata ed al 4’ trova la seconda tripla. Manzotti riporta sotto Palermo a 2’ dalla fine, 20-22 ma l’Eirene allunga ancora e va al cambio campo con+ 7, 21-29.  Il divario si allarga nella seconda frazione. Ragusa accelera. Al 3’ di gioco punteggio sul 23-37, un divario già netto. Hamby comincia segnare  per le palermitane è notte fonda. Si va al riposo con +15 per Ragusa. La partita va avanti su questa falsariga e Ragusa gestisce al meglio il vantaggio fino alla fine. Palermo è anche in inferiorità fisica mentre l’Eirene corre e pressa fino alla fine.