Ragusa resta al comando e aspetta il Giarre

Ragusa resta al comando e aspetta il Giarre

Calcio, Eccellenza/B

Il Ragusa non si ferma. Al “Mattei” di Gela è arrivata la settima vittoria e la porta è rimasta inviolata. E’ un record di tutti i campionati dilettanti siciliani visto che finora gli azzurri hanno subito solo un gol. Il tecnico Alessandro Settineri vede crescere la sua squadra giornata dopo giornata a conferma del buon lavoro fin qui svolto e della qualità della rosa. Dice il tecnico: Voglio elogiare tutto il gruppo perché subisce davvero poco e non parlo soltanto di goal. Contro lo Scordia abbiamo insistito sino alla fine, cercando di lavorare sulla qualità del gioco. E siamo riusciti nel nostro intento che era quello di portare a casa il risultato”.

Settineri  pensa già a preparare la gara contro il Giare che il Ragusa giocherà domenica al “Campo”. Una sfida tra la prima e la seconda in classifica, ma non solo,  perché la società rossoblù è stata nel passato legata ad alcuni giocatori azzurri, allo stesso direttore sportivo Merola ed alcuni dirigenti.  In ballo, comunque ci saranno tre punti pesantissimi perché vincendo il Ragusa può staccare gli inseguitori. Dice il direttore generale Antonino Monterosso: “La strada davanti a noi è lunghissima però ritengo che questo ruolino di marcia sia davvero qualcosa di importante. Ora ci prepariamo per questo scontro al vertice con il Giarre. Speriamo solo che, almeno questa volta, possa essere presente il pubblico delle grandi occasioni”.

E’ successo domenica:

Scordia-Ragusa:0-1

Marcatore: 38’st Savasta

Ragusa: Caruso, Alassani (19’ st Floro), Cerra, Palermo (34’ st Finocchiaro), Urquiza, Cappello, Azzara, Kouame (25’ st Cess), Beitabghor (16’ st Principato), Piyuka, Savasta (49’ st Carrera). All. Settineri

 A r b i t ro : Aquilina di Agrigento

Il Ragusa impone la sua legge anche sul campo di Macchitella. Non è stato facile avere ragione di uno Scordia che si è presentato rinforzato dopo il trasferimento a Gela e l’avvento della nuova dirigenza. I padroni di casa si sono subito dimostrati grintosi ed hanno attuto un pressing asfissiante a centrocampo e cercando di bloccare sul nascere gli spunti di Kouame e Piyuka. Bravo il Ragusa  a  non concedere nulla e ad attendere il momento giusto per colpire. Primo tempo povero di spunti con la squadra di Settineri che ha cercato di concedere gli spunti di Azzara sulla destra. Nella ripresa gara sulla falsariga del primo tempo con Settineri che cerca di cambiare assetto anche con l’ingresso di uomini freschi. Il gol che assicura il primo posto è ancora una volta frutto di esperienza e qualità. Azzara e Palermo vanno in pressing sul centrocampo gelese sul rinvio del portiere e conquistano palla. Il cross di Azzara dalla destra trova sul palo opposto Savasta pronto a colpire di testa e mettere in rete. Lo Scordia si scuote e cerca di approfittare di un malinteso tra Palermo e  Caruso su una palla filtrante in area. Niente da fare ma è ancora il Ragusa ad essere pericoloso al 42’. Palla di Finocchiaro dalla destra per Savasta che sembra pronto a  colpire, un difensore si precipita sul cannoniere azzurro e lo sposta con una spallata. Per l’arbitro è tutto regolare. Finisce con la vittoria del Ragusa sempre più capolista solitario.

I risultati della settima giornata di andata (27 ott. 2019):

Acicatena-Rosolini: sospesa

Atl. Catania-S. Pio X:0-0

Carlentini-Milazzo:1-0

Scordia-Ragusa:0-1

Giarre-S. Agata:3-2

Palazzolo-S. Croce:2-0

Pedara-Enna:2-2

Real Siracusa-Paternò: (rinviata)

La classifica:

Ragusa 21

Giarre 17

Paternò 16*

Rosolini 16 *

S.Agata 15

S.Croce 13

Carlentini 11

Real Siracusa 9*

Palazzolo 8

Milazzo 8

S.Pio X 6

Acicatena 4*

Pedara 4

Enna 1

Atl. Catania 1

Scordia 0

*  Una partita in meno