Autogiro Ragusa è un successo sportivo

Autogiro Ragusa è un successo sportivo

Tre giorni di sfide di abilità automobilistiche tra i 50 equipaggi partecipanti alla 24ma edizione dell’ Autogiro della provincia di Ragusa. L’evento promosso dal Veteran Car Club Ibleo si è svolto  lungo le strade e i tornanti dell’area iblea. I partecipanti con autovetture omologate Asi, si sono dati battaglia nelle tre prove di abilità tenutesi a Scicli, Giarratana e Ragusa, in quest’ultimo caso domenica mattina sul percorso ricavato lungo corso Mazzini, a salire, avendo così l’opportunità di ammirare i palazzi di cui è disseminato l’antico quartiere di Ibla.

Ancora una volta, a dominare è stata la coppia palermitana De Simone-Lo Nardo che, a bordo di una Fiat 508 C del 1938, ha fatto registrare il minor numero di penalità, dimostrando di avere tanta perizia e capacità nell’affrontare i percorsi predisposti per l’occasione. Al secondo posto, l’equipaggio Ginevra-Giannone su Lancia Fulvia Rally del 1970 mentre sul gradino più basso del podio si sono classificati Ruggio-Lo Nardo su Fiat 1100/103 E del 1956. In quarta posizione, Provenzale su Lancia Augusta del 1934, quindi Falletta-Raimondi su Porsche 911 2,7 Rs del 1973 mentre sesto è arrivato l’equipaggio Tarantino-Fiore su Lancia Fulvia Coupè 1.3 del 1973. Al settimo posto Carbonaro su Fiat 130 del 1971, ottavo Provenzale su Amilcar Cgss del 1927, nono Guccione-Scollo su Alfa Romeo Giulia del 1966 e decimo Aucello-Guercio su Porsche Carrera del 1988. “Ospite d’onore” della manifestazione una Alfa Romeo Giulia della Polizia di Stato proveniente dal museo di Roma, grazie anche alla collaborazione offerta dal questore di Ragusa, Salvatore La Rosa.

(foto: i vincitori delle varie categorie)