S. Croce se la gode, ora c’è il Rosolini da affrontare

S. Croce se la gode, ora c’è il Rosolini da affrontare

Calcio, Eccellenza

Meglio di come ha iniziato la stagione agonistica il Santa Croce non poteva fare. Ottenere una meritata qualificazione in Coppa Italia a spese di un Ragusa costruito per disputare un campionato di vertice in Eccellenza, espugnando l’“Aldo Campo” e facendo godere i tanti tifosi biancoazzurri presenti allo stadio, è stata una grossa soddisfazione per i tifosi stessi, i dirigenti e ovviamente i giocatori. La buona partita della formazione di Lucenti ha confermato che, quanto di buono ha fatto sette giorni prima, non era la conseguenza dell’incompletezza degli avversari azzurri ma un buon mix di qualità tecniche, eccezionale capacità di inserimento dei nuovi giocatori nella squadra, buon livello di perfezionamento degli schemi di gioco. La squadra di Lucenti, nonostante le numerose assenze, ha fatto sua la gara grazie ad una solidità dei vari reparti e una encomiabile capacità di tenere sempre alta la lucidità tattica. La perla della splendida rete di rapina di Ariel Reinero (foto), che si sta rivelando implacabile sottorete, è l’effetto tangibile di questi spunti positivi del Santa Croce. La novità della gara di domenica della presenza in campo di Ciccio Leone che, seppur a corto di preparazione, ha spaziato nella zona offensiva cercando l’intesa con i compagni di reparto, è stato un altro aspetto interessante. La squadra nell’insieme ha mostrato un’ottima intelaiatura e uno spiccato spirito di sacrificio nei pochi momenti di difficoltà. Encomiabile lo spirito di adattabilità dei vari giocatori nei vari ruoli, nello specifico Carmelo Nei nel ruolo di centrocampista che non ha fatto rimpiangere l’assenza di un vero giocatore di ruolo.

La rosa dei giocatori resta comunque incompleta e la società nelle vesti del ds Claudio Agnello rimane vigile nel mercato per poter individuare alcune pedine mancanti. “Penso che per quanto riguarda queste due gare di Coppa Italia la mia squadra abbia meritato il passaggio del turno. – commenta il tecnico Gaetano Lucenti – Abbiamo dimostrato di essere in crescita, anche se, ancora c’è molto da lavorare. Oggi contro una delle grandi del campionato – rileva il tecnico biancoazzurro – siamo riusciti a migliorarci sotto l’aspetto di rendimento, di corsa, di sacrificio e non abbiamo lesinato qualche giocata che poteva consentirci di passare in vantaggio. Domenica ci sarà la prima di campionato contro il Rosolini e nonostante la carenza d’organico cercheremo di mettere su una squadra che sia all’altezza della situazione. Ho comunque fiducia nel gruppo che ha dimostrato di avere un alto spirito di sacrificio ed ha grande voglia di lavorare”.