Per Damiano Caruso un Giro positivo, ora arriva il Tour

Per Damiano Caruso un Giro positivo, ora arriva il Tour

Ciclismo

Damiano Caruso (foto) torna a casa per ricaricarsi. Dopo avere chiuso il Giro d’Italia pensa al Campionato Italiano che si corre a fine mese e poi al Tour. Due appuntamenti importanti per la sua carriera sempre al fianco di Vincenzo Nibali. Il ciclista ragusano ha corso un Giro molto positivo sotto molti aspetti e il 23mo posto finale in classifica generale non rispecchia quanto di buono ha fatto. Dopo il secondo posto nella tapa di Pinerolo quando è stato beffato sul traguardo da Benedetti, Caruso è arrivato quarto nella crono di Verona chiudendo al meglio il giro. Dice Damiano al traguardo dell’Arena: “Ho provato a vincere la cronometro e per poco non ci riuscivo. Conoscevo il percorso, era adatto alle mie caratteristiche. Subito in corsa ho trovato il buon ritmo. Non so dove ho perso questi nove secondi, forse nella parte finale”.

Caruso si classifica terzo nella speciale classifica scalatori del Giro e soprattutto conferma di essere il gregario di lusso di Vincenzo Nibali. Il rammarico che resta è avere mancato la vittoria in una tappa anche se il ragusano ci è andato molto vicino e soprattutto di avere avuto una partenza travagliata per via della febbre ad inizio corsa che ne ha condizionato il rendimento. Chissà che non accada al tour dove la Bahrain Merida deve ancora scegliere la strategia ovvero se correre per portare Nibali alla vittoria o solo per puntare ai successi di tappa.  Ora per Caruso un tuffo nella sua città, dove sarà circondato, come sempre, dall’affetto dei suoi tanti tifosi.