Ragusa in palla segna 2 gol al Kamarat. La finale di Coppa Italia si fa più vicina

Ragusa in palla segna 2 gol al Kamarat. La finale di Coppa Italia si fa più vicina

Calcio, Coppa Italia/Promozione

Ragusa-Kamarat: 2-0

Marcatori:  43’pt Gargiulo, 28’st Passewe

Ragusa:  La Licata, Mazza (22’pt Tumino), Principato (28’st Mogni), Floro, Ricca, Priola, Butera, Linares, Gargiulo (10’st Furnò), Filicetti, Passewe. All.Raciti

Kamarat: Ilardi, Tirrito, Coma, Cairella, Mangiapane, Reina, Giacalone (42’st Traina), Milioto, Gnoffo ( 36’st Garamello), Savarino, Di Marco (36’st Lio). All. Maggio

Arbitro: Falco di Siracusa 

Due gol, una traversa ed almeno un paio di ottime occasioni per triplicare. Il Ragusa domina il Kamarat nell’andata della semifinale di Coppa Italia. Le due squadre tornavano in campo dopo un mese abbondante dalla conclusione del campionato e la forma fisica non poteva non risentirne con ritmi bassi e poche accelerazioni. La gara di ritorno si presenta, almeno sulla carta, meno ostica per gli azzurri di Raciti, che dovranno essere capaci di gestire il doppio vantaggio. Gli azzurri possono solo recriminare per non avere chiuso definitivamente il discorso qualificazione visto che sono stati superiori agli avversari in ogni parte del campo. La Licata ha passato un pomeriggio di assoluto riposo visto che gli ospiti sono arrivati dalle sue parti solo con qualche cross. Il Ragusa ha avuto in Filicetti il solito ispiratore, Floro e Linares hanno chiuso bene a centrocampo rilanciando sempre l’azione. Passewe è stato la spina nel fianco della difesa agrigentina grazie alla sua velocità ed alle sue serpentine che hanno messo sempre in difficoltà il suo marcatore diretto. Anche Butera sulla destra ha creato varchi per le incurisioni dei compagni. Bene anche l’impatto di Furnò sulla partita nonostante entrato al 10’ della ripresa. L’attaccante ha determinato il raddoppio di Passewe e colpito una traversa. Il Kamarat è apparso volenteroso e ci ha messo tanta grinta. Dal punto di vista tecnico i giocatori di Maggio hanno tradito molte incertezze ed anche la difesa non è apparsa impeccabile. Buona la prestazione del portiere che ha sbrogliato alcune situazioni potenzialmente pericolose.

Parte bene il Ragusa con Passewe e Butera che aggirano la difesa sull’esterno. Il Kamarat contiene l’attacco azzurro anche se al 20’ Ricca va vicinissimo a gol. La punizione calciata da Filicetti trova il centrale azzurro bene apostato ma il portiere salva alla disperata sul colpo di testa da distanza ravvicinata.  Solo sul finire di tempo il gol del vantaggio. Passewe salta tre uomini in slalom sulla sinistra e tira. Ilardi smanaccia, arriva Gargiulo, al rientro dopo l’operazione al setto nasale, per il tap in che non perdona. Secondo tempo in mano al Ragusa anche se il Kamarat tenta di venire fuori ma l’azione non trova sbocchi in avanti. Al 18’ solito schema su punizione di Filicetti, testa di Ricca e palla incredibilmente fuori da pochi passi. Al 27’ azione in profondità di Butera il portiere respinge di piede. Al 28’ Ricca mette in mezzo, testa di Furnò miracolo di Ilardi sulla linea di porta ma sulla respinta Passewe mette dentro. Al 35’ ancora Furnò che salta in area sulla palla tagliata di Filicetti, la traversa evita il terzo gol. Il Kamarat prova a venir fuori ma Ricca e Priola dominano l’area.