S. Croce fuori dai play off ma ritrova il calore dei tifosi

S. Croce fuori dai play off ma ritrova il calore dei tifosi

Calcio, Eccellenza/B

Santa Croce e Marina di Ragusa hanno dato vita domenica ad un derby bellissimo e avvincente giocato davanti a un’importante cornice di pubblico e con lo sfondo di una grande coreografia di tifosi di entrambe le squadre in festa e ben organizzati. Nell’ultima gara casalinga della stagione il Santa Croce, con una prestazione maiuscola, ha salutato i propri sostenitori accorsi in massa allo stadio regalando una gara unica e affascinante per agonismo e voglia di ben figurare. Due volte in svantaggio, pur essendo in inferiorità numerica dalla mezz’ora del primo tempo, i ragazzi allenati da Lucenti hanno fermato sul pari la capolista del campionato e la maggiore accreditata alla promozione diretta in serie D. L’ultima gara di campionato al Kennedy è stata la sintesi di una stagione esaltante dei biancazzurri che hanno nuovamente mostrato forte carattere e voglia di non mollare mai. La squadra ha onorato come non mai il campionato e il popolo biancazzurro a fine gara ha abbracciato la squadra, tributando cori e applausi per tutti. La gara di domenica è stata anche una partita speciale per il tecnico biancoazzurro Lucenti che voleva a tutti i costi congedarsi nel miglior modo possibile dai tifosi biancazzurri e, soprattutto, voleva che i ragazzi gli regalassero una buona prestazione per il suo compleanno.

“È stata una partita difficile e i ragazzi hanno fatto un’ottima gara. – esordisce Lucenti – Abbiamo sopperito a delle situazioni esterne che ci hanno molto penalizzato, contro una squadra importante come il Marina di Ragusa che sono convinto lotterà fino alla fine per la vittoria del campionato. Non era semplice dopo le ultime gare dove non eravamo stati brillanti – ammette il tecnico biancoazzurro -, ma i ragazzi hanno risposto alla grande. Penso che questa stagione calcistica del Santa Croce sia stata foriera di soddisfazioni: la salvezza anticipata, la lotta per i play off fino alla penultima giornata di campionato e il sesto posto ottenuto fino ad oggi in classifica. Insomma è stata una stagione vissuta da protagonisti e per una squadra al primo anno nel campionato di Eccellenza, penso che siano risultati importanti da non sottovalutare. Personalmente – osserva ancora Lucenti – mi ritengo soddisfatto per il lavoro fatto con i miei ragazzi e ringrazio la società per tutto quello che ha fatto, non facendoci mai mancare nulla. Adesso andremo a giocarci l’ultima gara a Milazzo con la serenità che deve contraddistinguere una partita che ha come unico obiettivo il piazzamento in classifica. Spero che i tifosi quest’anno si siano divertiti e abbiano notato la voglia, il carattere e la determinazione che ci ha accompagnati per tutta la stagione e sono convinto che anche loro sono soddisfatti della squadra”.