Ragusa indomabile e volitivo. Vince di misura con il Megara ma soffre fino alla fine

Ragusa indomabile e volitivo. Vince di misura con il Megara ma soffre fino alla fine

Calcio, Promozione/D

Megara Augusta—Ragusa: 2-3

Marcatore: 18’pt Floro, 22’ pt Bonaventura, 17’st Linares, 26’st Passewe, 40’st Marziale

Megara Augusta: Fagone Pulice, Riccobello (10’st Di Mauro), Giangrande, Bonaventura, Ranno, Cardile, Serranò, Costa, Marturana (10’st Vaiassicca), Marziale, Di Grande

Ragusa: Di Martino, Principato, Priola, Floro, Ricca (7’st Blando), Mazza, Butera (34’st Tumino), Linares, Kinna (39’st Spinello), Mogni (36’st Di Martino), Passewe

Il Ragusa soffre ma vince il recupero della 8va giornata. Non è stato facile sul terreno di Sortino per gli azzurri (foto), scesi in campo in formazione rimaneggiata. Mancavano infatti Filicetti e Gargiulo ed anche Ricca nel secondo tempo si è fatto male. I tanti giovani in campo hanno fatto il loro dovere fino in fondo e fino alla fine quando il Megara ha tenuto sotto pressione gli azzurri. Tre punti strappati con i denti che consentono di mantenere le distanze dal Real Siracusa che non molla.

Il Ragusa ha affrontato la gara con il piglio giusto e già al 18’ è andato in gol con Floro, già autore del gol della vittoria contro il Caltagirone. L’argentino raccoglie  il passaggio di Passewe e da dentro l’area deposita in rete. Il tempo di rifiatare ed è pari. La difesa si distrae e consente a Bonaventura di toccare in piena libertà per il pari.  Tutto da rifare ma il Ragusa non molla. Squadra concentrata nella ripresa che assorbe il colpo dell’uscita anzitempo di Ricca. Passewe va in gol già al 2’ ma l’arbitro vede un fuorigioco. Ci pensa Linares a portare in vantaggio gli azzurri e Passewe a garantire il doppio vantaggio. Poi il gol di Marziale per il Megara ma è troppo tardi.