Nova Virtus perde in casa ma il primo posto è salvo

Nova Virtus perde in casa ma il primo posto è salvo

Basket, serie C

Nova Virtus Ragusa-Torrenovese: 73-75 (6-15, 41-30, 63-53)

Nova Virtus: Nardi 8, Chessari 10 , Vacirca, Girgenti 6, Sorrentino 11, Di Natale 3, Causapruno, Carnazza, Salafia 2, Ferlito 4, Canzonieri 20, Al. Sorrentino 9. All. Di Gregorio

Torrenovese: Munafò, Sgrò 14, Tonjanni 15, Arto, Busco, Suraci 4, Munastra 10, Grullo 9, Bricis 25. All. Silva

Arbitri: Barbagallo e Cappello

Partita nervosissima al PalaPadua (foto), costellata di falli, due espulsioni (Carnazza e Busco). La Nova Virtus ci rimette la vittoria negli ultimi 14 secondi quando i peloritani ospiti vanno a canestro dalla lunetta e realizzano i due punti decisivi. E’ stato il primo ed unico sorpasso della Torrenevese nei confronti della Nova Virtus ma è costato la sconfitta. La Nova Virtus è stata infatti sempre avanti, anche con un largo vantaggio di 10 punti e tenendo sotto controllo la gara. Nel terzo quarto break virtussino di 12 punti e la partita sembra chiusa visto i biancazzurri sono avanti di 10 quando si chiude il tempino. La Torrenevese ci mette tanta grinta, cerca il contatto fisico ed i falli e la Nova Virtus comincia a soffrire. Il vantaggio si assottiglia e si arriva a poco meno di 2’ dalla fine sul 71 pari. L’ultimo minuto è al cardiopalma. Bricis su tiro libero regala il punto del vantaggio ai suoi e rallenta il gioco per permettere lo scorrere del tempo. Gli ultimi secondi sono davvero concitati. Il Torrenova subisce fallo e Gullo dalla lunetta non sbaglia i tiri liberi.  Poi il convulso finale e una sconfitta inopinata che non mette a repentaglio il primo posto del quintetto di coach Di Gregorio ma riduce il vantaggio a soli due punti sugli inseguitori.

In questa partita –  dice coach Di Gregorio – abbiamo perso la lucidità mentale soprattutto negli ultimi minuti di gioco. È stato un match serratissimo in cui sia noi che il Torrenova poteva giocarsela fino alla fine. Nell’ultimo quarto ci è mancato qualcosa, fino a quel momento eravamo riusciti a gestire il vantaggio che avevamo durante la gara. Abbiamo concesso troppo al rimbalzo offensivo e questo ha prodotto punti facili che alla fine sono risultati determinanti. Però guardiamo avanti e abbiamo ancora il campionato da giocare. Lavoreremo in settimana per evitare che errori come questi commessi in partita non si ripetano più”.