S. Croce non si ferma. Ad Acireale domato il Real Aci

S. Croce non si ferma. Ad Acireale domato il Real Aci

Real Aci-S. Croce:  0 – 3

Marcatori: 24′ st Evola, 43′ st Nassi, 48’st Scerra.

REAL ACI: Spina, Carpinato (26’st Carbonaro G.), Pennisi, Patti (35′ st Spada), Bisicchia, Fascetta, Patanè (23′ st Arcidiacono) , Semprevivo, Castelli, Carbonaro A., Alidou (41’st Licciardello ). All.re Romeo

SANTA CROCE: Cavone, Tomaino (44’st Indigeno) , Ravalli, Evola, Alma, Morales (46′ st Nicosia ), Di Rosa, Iapichino, Nassi, Leone (46′ st Silva), Scerra. All.re Lucenti.

Arbitro: Scicolone di Caltanissetta. Assistenti Fiore e Gugliandolo di Messina.

Note:. Ammoniti: Patti, Fascetta e Carbonaro A.(RA); Morales  (SC). Angoli 3-1 per S.Croce. Rec 1′ e 5′

Con un grande Cavone e un prolifico secondo tempo il Santa Croce supera il fanalino di coda del girone che ha dimostrato comunque di non meritare la posizione che occupa in classifica. Poi quando sulla strada degli avversari c’e un superlativo Cavone anche le cose più facili diventano difficili.  Il portiere ragusano ha compiuto tre splendide parate risolutive a tu per tu con l’avversario che stava gridando già al gol. Primo tempo equilibrato con i locali che nella prima fase della frazione si rendevano più attivi in avanti anche per una certa confusione tattica del S.Croce il cui tecnico cambiava spesso le posizioni di alcuni giocatori. Al 23′ Alidou si presentava davanti la porta ospite ma defilato tirava come poteva con Cavone che respingeva. Altra occasione per i locali al 41′ con Carbonaro A. che tirava dal limite e Cavone parava in angolo. Nella seconda parte del tempo i biancoazzurri cominciavano a fluidificava meglio sulle fasce e si rendevano più attivi. Al 37′ Di Rosa si incuneava in area crossava ma il portiere locale deviava. Al 46′ Leone veniva lanciato sotto porta, produceva un pallonetto che scavalcava il portiere, interveniva Nassi che tirava ma stampava il pallone sul palo.

Ripresa con il Santa Croce più fluido nelle azioni sulle fasce che portavano al 24′ al primo gol di Evola imbeccato da Leone. Reazione dei locali. Al 24’Castelli superava il portiere ma il suo tiro lambiva il palo.Tra il 37′ e il 42′ le altre due parate incredibili di Cavone che salvava il risultato su Carbonaro A. e su Castello. Al 43′ invece raddoppio del Santa Croce con Nassi grazie l’ottimo contropiede alimentato da Leone. Al 48′ Nicosia sgusciava nella fascia destra crossava in area per Scerra che correggeva  in rete. Il Santa Croce con questa vittoria consolida la sua posizione nei play off e il suo ruolino di marcia ormai non è da squadra in cerca della salvezza ma da comoagine degna della promozione e non è  più  dei miracoli ma da stagione da incorniciare.