Due gol di Leone lanciano il S. Croce in alto

Due gol di Leone lanciano il S. Croce in alto

Calcio, Eccellenza/B

SANTA CROCE – CAMARO 2-1

Marcatori: 3′ pt (rig) e 47’pt Leone, 36′ pt De Luca.

SANTA CROCE : Cavone, Tomaino (41’st Nicosia), Ravalli, Evola,  Alma, Morales, Di Rosa, Fiore, Nassi, Leone (43’st Iapichino), Scerra. All.re Lucenti

CAMARO: Sanneh, Cappello, Mondello (34’st Pantano), Morabito, Cammaroto, Campo, Paludetti, Cardia, De Luca (34’st Bonasera), Genovese, Falcone (Ginnagò). All.re Luca’.

Arbitro: Vazzano di Catania. Assistenti Di Venti di Enna e Ciavarella di Caltanissetta

NOTE. Ammoniti: Di Rosa, Evola e Nassi (SC); Genovese, Campo, Morabito e Sanneh (C). Angoli 7-3 per i locali. Rec. 5’ e 4’

Non finisce più di sorprendere il Santa Croce che, in una partita gagliarda e molto ben giocata, supera i bravi neroverdi messinesi scavalcandoli in classifica. La formazione di Lucenti adesso è sorprendentemente quarta in classifica e in piena zona play off, allontanando forse definitivamente il pericolo di impelagarsi nella lotta per la salvezza. Gara intensa e ben giocata da ambedue le squadre che hanno meritato di contendersi i posti di vertice della classifica, non lesinando sull’impegno fisico e tecnico e dando vita ad una sfida che ha tenuti con il fiato sospeso i tifosi santacrocesi per il positivo risultato che si stava concretizzando. Guizzo dopo pochi minuti del Santa Croce che passava in vantaggio al 3’ per un rigore trasformato da Leone (foto) e concesso per un atterramento in area di Scerra da tiro da calcio d’angolo. Dopo il gol subito il Camaro non sapeva reagire ed era sempre il Santa Croce a dettare il gioco e a creare le migliori occasioni. Poi al 36’ da un lancio laterale quasi innocuo la sfera giungeva sotto porta a De Luca che era svelto a insaccare di testa. Il pareggio non demoralizzava i biancoazzurri che continuavano il loro gioco limpido e tecnicamente ineccepibile. Al 47’, in pieno recupero della prima frazione, da un lancio di Evola dalla sinistra la sfera giungeva sulla fascia destra a Leone che si presentava davanti a Sanneh e lo trafiggeva  con un tocco di collo del piede sinistro. La ripresa vedeva il forcing del Camaro che mancava il pareggio in due occasioni al 6’ con Mondello, che a un metro dalla porta sparava alto e all’8 con Campo che tirava dall’altezza del dischetto con la sfera che si perdeva di un soffio a lato. Il Santa Croce però non si disuniva e non sentiva il peso psicologico del risultato favorevole che avrebbe potuto metterle nervosismo. Anzi la squadra di Lucenti non perdeva occasione per ripartire in contropiede e rendersi pericolosa ma comunque attuando la fase difensiva con lucidità e tranquillità. Esultanza dei giocatori e dei tifosi al triplice fischio del signor Vazzano di Catania