S. Croce con T. Vigliatore vuole rifarsi dei 6 gol subiti all´andata

Il Santa Croce sfida il Terme Vigliatore in una interessante sfida fra due delle matricole che hanno più sorpreso nel girone. Le due compagini viaggiano nella zona centrale della classifica e attualmente sono distanziate di un solo punto, con i peloritani davanti ai biancazzurri. La gara si prospetta combattuta e sportivamente sentita per vari motivi tra cui l’importanza della posta in palio ai fini dell’obiettivo salvezza, dall’inizio del torneo palesemente dichiarato dalle due società. I giocatori biancoazzurri, inoltre, sentono molto questa gara per chiari motivi di rivalsa in quanto nella gara d’andata subirono un pesante 6-0 che però diede una scossa alla formazione di Lucenti che nelle gare seguenti collezionarono una striscia di cinque risultati utili consecutivi con quattro vittorie e un pareggio esterno contro il forte Camaro. Il Santa Croce, inoltre, vuole confermare il ritorno al buon gioco e alla determinazione agonistica mostrata domenica scorsa nella gara vinta contro lo Jonica in campo esterno e dare continuità al miglioramento visto da parte dei nuovi arrivati di dicembre. Il tecnico biancoazzurro per la gara cercherà di recuperare tutti gli effettivi, nonostante ancora ci siano dei dubbi sulla presenza di Evola, Jatta e Ascia.

Il Terme Vigliatore del tecnico Cambria, invece, dovrà rinunciare a D’Anna, Puzone e Crinò, giocatori di un certo peso nel potenziale della formazione messinese, tutti assenti per squalifica. «Vogliamo continuare a fare bene e a dare continuità alla vittoria di domenica scorsa –conferma il capitano Andrea Alma (foto) –Dobbiamo sfruttare il fattore campo e la spinta che ci danno i nostri sostenitori. In settimana abbiamo lavorato assiduamente per prepararci al meglio per questa gara che per noi è di fondamentale importanza. Tre punti contro il Terme Vigliatore, infatti, ci consentirebbero di guardare con più tranquillità al raggiungimento del nostro obiettivo. Inoltre, come squadra ci teniamo tanto a vincere questa gara perché all’andata subimmo la più pesante sconfitta di questa stagione che poteva compromettere pesantemente il nostro morale anche per le gare future. Sabato vogliamo prenderci una rivincita. Per questo chiedo l’apporto del nostro pubblico che soprattutto nelle gare interne ci fa sentire il suo calore». La gara si giocherà al «Kennedy» e avrà inizio alle ore 14.45. A dirigere l’incontro sarà l’arbitro Falco della sezione di Siracusa che sarà collaborato da Di Dio di Caltanissetta e Florio di Agrigento.