Andiamo a vendemmiar con 10 giorni di anticipo in Sicilia

In molte zone della Sicilia la vendemmia è già iniziata. Un anticipo di 10 giorni almeno rispetto al più recente passato a causa del caldo secco soprattutto nelle zone più interne della Sicilia. Non si tratta, tuttavia, solo di un anticipo temporale ma anche, se non soprattutto di un ridimensionamento della produzione del 10%, che si traduce in un aggravio per le aziende vitivinicole. La Coldiretti regionale conferma l’andamento della situazione dei vigneti messi a dura prova anche da nottate con afa e temperature minime sempre molto alte che non hanno permesso ai grappoli di prendere un po’ di “respiro” climatico con il tradizionale sbalzo termico. La buona qualità della produzione siciliana è confermata dalla richiesta sempre più elevata dei vini regionali che concorre al primato nazionale stimato in 45,5 milioni di ettolitri. Ma, sempre a livello nazionale, molto dipenderà sia dall’evoluzione delle temperature che influiscono sulla maturazione, sia dall’assenza di nubifragi e grandinate che hanno un impatto devastante sui vigneti e sulle quantità prodotte.