Un cane muore di stenti in casa: la responsabile era in vacanza

Una sessantenne di Avola è stata denunciata dalla polizia per aver causato la morte di un cane che aveva in custodia, lasciato senza cibo e acqua. A chiamare gli agenti è stato un residente, allarmato dal cattivo odore proveniente dalla casa confinante e dall’assenza della vicina che non si vedeva da giorni. Gli agenti, con l’ausilio dei vigili del fuoco, sono entrati in casa e hanno constatato che il cane, avuto in custodia dalla donna per il periodo estivo (la padrona era andata in vacanza), era morto di stenti da alcuni giorni.