Sicilia seconda regione per aumento prezzi benzina e diesel

Ancora aumenti vertiginosi (e vergognosi) dei prezzi del carburante in Sicilia con la verde 2,069 euro/litro (2,061 precedente), con i diversi marchi compresi tra 2,060 e 2,084 euro/litro (no logo 2,051). Il prezzo medio praticato del gasolio self va a 2,006 euro/litro (contro 1,994), con le compagnie tra 2,004 e 2,011 euro/litro (no logo 1,994). E’ quanto risulta a Quotidiano Energia dai dati comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mise aggiornati. Una situazione impossibile, che sta diventando sempre più un problema, complice anche l’arrivo dell’estate dove storicamente i prezzi dei carburanti salgono. Inoltre, è inflazione record in Sicilia, con il tasso annuo di crescita dei prezzi al dettaglio che a maggio raggiunge quota +8,3% e picchi del +8,8% a Palermo e Catania. Sono questi i dati diffusi dall’Istat. In Sicilia dunque i prezzi al dettaglio crescono più velocemente rispetto al resto d’Italia, e solo il Trentino Alto Adige registra numeri più pesanti della nostra regione. Mentre la media nazionale dell’inflazione si attesta a maggio al +6,8%, in regione i listini crescono del +8,3%, raggiungendo quota +8,8% a Catania e Palermo. Fare un pieno è diventato ormai un lusso e il governo nazionale, a parte aver tagliato le accise (sai che sforzo), resta sordo alla richiesta d’aiuto che arriva da tutte le famiglie italiane. E poi ci si lamenta dell’astensionismo dilagante alle urne.