Benzina a 1,78 al litro e diesel a 1,74: effetti blandi taglio accise

Benzina a 1,78 al litro e diesel a 1,74: sono questi gli effetti blandi del taglio delle accise deciso per un mese dal governo nazionale. Alcuni distributori praticano ancora prezzi di qualche centesimo più alti, ma la media è questa. Praticamente lo stesso costo prima dell’impennata esagerata e immotivata dei pressi, che erano arrivati a 2,20 euro al litro per la benzina e addirittura qualche centesimo in più per il diesel. E dopo il 22 aprile che accadrà? Il decreto ministeriale e il decreto legge “Misure urgenti per contrastare gli effetti economici e umanitari della crisi ucraina” pubblicati in Gazzetta Ufficiale e contenenti le norme che riducono il prezzo dei carburanti hanno difatti validità fino a quella data. E dopo? Intanto il Codacons continua a monitorare l’andamento dei prezzi dei carburanti e invita i cittadini a segnalare i distributori che non hanno adeguato i listini e che praticano prezzi superiori ai 2 euro al litro, via mail a sportello@codaconsicilia.it o utilizzando l’apposito linea Whatsapp al numero 095441010.