Il green pass non serve quasi più: ecco le date da segnarsi

Sono state individuate le date utili per la graduale eliminazione del green pass. I contagi aumentano ma il percorso è segnato perché sono sotto controllo i reparti di area medica e le terapie intensive.
Bar e ristoranti
Dal primo aprile non sarà più obbligatorio mostrare il green pass per sedersi ai tavoli di un bar o di un ristorante all’aperto.
Dal primo maggio si potrà entrare al ristorante senza più l’obbligo di mostrare il green pass rafforzato, che si ottiene solo con il vaccino e con la guarigione. Il giorno della Festa dei lavoratori segnerà anche il «liberi tutti» per consumare il caffé al bancone del bar. Fine dell’imposizione anche per le mense e per le attività di catering continuativo.
Alberghi
Alberghi, relais e strutture ricettive di ogni tipo saranno accessibili dal primo aprile senza obbligo di mostrare il green pass rafforzato.
Mostre e musei
Dal primo aprile non ci sarà più l’obbligo di super green pass (vaccinati e guariti) anche per i musei, le mostre e i luoghi della cultura anche al chiuso.
Convegni e congressi
Green pass obbligatorio fino al 30 aprile, dall’1 maggio si potrà accedere senza certificato. La norma vale anche per i corsi di formazione, i centri culturali e i concorsi pubblici.
Negozi e parrucchieri
Fino al 31 marzo per accedere ai negozi che non vendono ben di primaria necessità è richiesto il green pass base che si ottiene anche con il tampone, dal 1° aprile il certificato non sarà più necessario. Fine dell’imposizione anche per i servizi alla persona: parrucchieri, barbieri, estetisti.
Poste e banche
Dal primo aprile cade l’obbligo di green pass per acceder agli uffici pubblici, per andare in banca o all’ufficio postale.
Cinema e teatri
L’obbligo di mostrare il super green pass cade il primo giugno anche per gli spettacoli al chiuso. Dal primo maggio ingresso libero nei cinema, nei teatri, nelle sale da concerto, dove la mascherina FFP2 sarà obbligatoria fino al 31 maggio.
Università
L’obbligo di accedere agli atenei con il green pass rafforzato varrà fino al 30 aprile. Dall’1 maggio gli studenti potranno frequentare le università anche se non sono vaccinati.
Sport e stadi
L’obbligo di green pass per gli sport all’aperto scade il 31 marzo. Dal primo aprile sarà anche possibile tornare allo stadio senza dover presentare il certificato, ma l’obbligo di indossare la mascherina resta fino al 30 aprile.
Palestre e piscine
Per le palestre, le piscine e gli sport che si svolgono al coperto l’obbligo di green pass rafforzato resta in vigore fino al 30 aprile. La stessa regola vale per accedere agli spogliatoi. Dal primo maggio non sarà più obbligatorio mostrare il super green pass. Le date sono le stesse anche per gli eventi sportivi e per i centri benessere.
Feste e cerimonie
Per le feste e gli spettacoli all’aperto, come per la partecipazione alle cerimonie pubbliche, alle sagre e alle fiere la data chiave è il 31 marzo, giorno in cui cade l’obbligo di green pass.
Trasporti
Niente più green pass dal primo giorno di aprile per salire su autobus e metropolitane e anche per prendere aerei, treni e navi. Resta però fino al 31 maggio l’obbligo di indossare la mascherina Ffp2.
Funivie
Obbligo di mascherina Ffp2 fino al 31 maggio.