Esposto Codacons alle 9 procure siciliane su rincari carburante

Esposto del Codacons alle 9 procure siciliane per fare chiarezza sull’escalation senza sosta dei listini dei carburanti. Per il Codacons dovranno intervenire la magistratura e l’Antitrust, come affermato dal segretario nazionale Codacons Francesco Tanasi. L’esposto, oltre che alle 9 procure siciliane, è stato presentato anche all’autorità garante della concorrenza, chiedendo di indagare sugli abnormi rincari dei prezzi di benzina e gasolio alla pompa e su possibili speculazioni in atto a danno di consumatori e imprese. In questi giorni i listini dei carburanti sono letteralmente fuori controllo, scatenando la paranoia degli automobilisti. Aumenti spropositati, la cui entità non appare giustificata né dalle attuali quotazioni del petrolio, né da riduzioni delle forniture sul territorio legate alla guerra in Ucraina, senza contare che benzina e gasolio venduti oggi presso i distributori sono stati acquistati mesi fa, a prezzi sensibilmente inferiori.