Musumeci cambia idea: la giunta regionale non si azzera più

Musumeci cambia idea: la giunta regionale non si azzera più

Il presidente della Regione ci ripensa e rimanda: la giunta non si azzera più. Per il momento il Musumeci bis resta quindi “congelato”, almeno fino all’approvazione dell’esercizio provvisorio. Nello Musumeci ha preso tempo, rinviando sine die il reset della giunta che aveva annunciato tramite un messaggio sui social dopo la “bocciatura” di fatto venuta dall’assemblea regionale da parte di almeno 8 deputati della sua stessa maggioranza in occasione della votazione dei delegati siciliani per l’elezione del presidente della Repubblica. Il presidente della Regione non aveva digerito lo “smacco”, annunciando a caldo l’azzeramento della giunta, salvo ripensarci a mente fredda dopo che molti dei suoi stessi fedelissimi lo hanno sconsigliato dal compiere questo passo. Musumeci si è reso conto che la frattura con i partiti è profonda e i più fedeli assessori dei partiti alleati hanno fatto presente che difficilmente un nuovo governo risolverebbe il problema. La Lega e Forza Italia hanno fatto trapelare che loro non entrerebbero in un Musumeci bis, a meno che il presidente si liberi del suo braccio destro Ruggero Razza, attuale assessore alla salute non gradito, e di Gaetano Armao, Udc, il cui posto è ambito da Forza Italia. Musumeci si è dunque ritrovato intrappolato in un vicolo cieco, dove si era peraltro infilato da solo, e ora rischia l’ennesima magra figura.