Accordo Regione Università per ricerca e innovazione in Sicilia

La Regione e le 4 università isolane trovano l’accordo per la nascita di un “Polo per la ricerca e l’innovazione”. Le risorse verranno dai fondi comunitari e serviranno a lanciare un organismo tutto siciliano che offrirà nuove opportunità di lavoro ai neolaureati. Il presidente della Regione Nello Musumeci ha incontrato a Palazzo Orléans i rettori dei 4 Atenei dell’Isola: Palermo (Massimo Midiri), Catania (Francesco Priolo), Messina (Salvatore Cuzzocrea) ed Enna (Giovanni Puglisi), con i quali è stato sottoscritto un apposito protocollo d’intesa. Il protocollo d’intesa firmato mira alla creazione di un tavolo partenariale da attivare fin da subito per avviare «Una forma di collaborazione stabile e organizzata fra i diversi attori della ricerca e innovazione operanti in Sicilia. Gli ambiti interessati dall’accordo riguardano, tra gli altri: la doppia transizione green & digital; la valorizzazione delle tecnologie chiave abilitanti (Kets); la collaborazione su progetti di produzione di idrogeno low-carbon, la diffusione dell’idrogeno pulito negli usi industriali; la promozione di iniziative e progetti di ricerca e sviluppo per accelerare la transizione verso forme di produzione a minore impatto energetico e ambientale; l’attivazione di interventi di ricerca di base e applicata nei settori propri delle aree di sviluppo strategico della Regione (agroalimentare, digitale, scienza della vita, beni culturali, energia, turismo, economia del mare).