30 morti sul lavoro in Sicilia nel 2021, uno ogni 12 giorni

Nel 2021 sono morti in Italia 1.404 lavoratori per infortuni sul lavoro: di questi 695 sui luoghi di lavoro, con un aumento del 18% di questa tipologia rispetto al 2020. In Sicilia i morti sono stati 30, ad una impressionante media di uno ogni 12 giorni. Lo rileva Piero Antonini del Centro studi della Confederazione unitaria di base (Cub) che ha denunciato come «in questi ultimi 10 anni non ci sia stato nessun miglioramento, nonostante i miliardi spesi per la sicurezza dallo Stato attraverso i suoi istituti». Viene sottolineato peraltro che, ancora oggi, molte categorie di lavoratori non sono assicurati all’Inail o lavorano in nero. I dati resi noti quindi «sono certamente sottostimati in misura notevole». In particolare le categorie con più morti sul lavoro sono l’agricoltura, l’edilizia, l’autotrasporto e l’industria.