Obbligo green pass: farmacie prese d’assalto per i tamponi

Obbligo green pass: farmacie prese d’assalto per i tamponi

In Sicilia sono 120.000 i dipendenti pubblici e 80.000 nel privato industriale chiamati ad avere entro le prossime ore il green pass per potere accedere al lavoro. I centri vaccinali sono semivuoti ma la corsa è verso le farmacie per i tamponi antigenici rapidi. Le prenotazioni nelle farmacie sono tutte esaurite, e le code si sono formate anche nelle zone decentrate, come conferma il segretario regionale di Federfarma. In Sicilia su un totale di quasi 1.600 farmacie tra le quali 14 pubbliche, sono 335 quelle che hanno aderito finora al “Protocollo Tamponi Rapidi” per il contrasto e contenimento dell’emergenza Covid. Nello specifico sono 32 a Ragusa, 40 ad Agrigento, 12 a Caltanissetta, 89 a Catania, 19 ad Enna, 42 a Messina, 75 a Palermo, 27 a Siracusa e 19 a Trapani L’operazione tamponi si svolge in tutta calma e con regolarità anche se i tempi di attesa in qualche caso di allungano. Le farmacie che offrono il servizio sono, comunque, pronte a soddisfare le richieste, avendo a disposizione un sufficiente numero di tamponi e personale dedicato. I tamponi rapidi in farmacia costano 8 euro per i ragazzi tra i 12 e i 18 anni e 15 euro per tutti gli altri. La remunerazione complessiva per le farmacie sarà in entrambi i casi di 15 euro (nel caso dei minori i 7 euro di differenza saranno a carico dello Stato) cifra in cui far rientrare i costi della somministrazione e dei test, così come il rilascio della certificazione digitale.