Sicilia ultima per lavoro giovanile e tasso di povertà

Sicilia ultima in Europa per lavoro giovanile e tasso di povertà. E’ l’istantanea dell’ufficio statistico della Unione Europea (Eurostat) che pone la Sicilia all’ultimo posto per numero di occupati e prospetta un calo demografico di quasi 9 punti percentuali nei prossimi 30 anni. Secondo questa proiezione al 2025 la Sicilia, in particolare quella interna sarà quasi desertificata e con una popolazione con un’età media sempre più alta. I giovani emigrano verso l’Europa e le aree più sviluppate abbandonando paesi e città marginali rispetto alle città metropolitane siciliane. Eurostat rileva che un siciliano su 2 (44,56%) non lavora nella fascia 20-64 anni mentre nel resto d’Europa la media è del 70%. La percentuale siciliana, inoltre, è in crescita visto che il dato dell’ultimo anno, causa covid, si attesta al 48,31%. Il rischio povertà è inoltre il più alto d’Europa con il 41,4% delle famiglie interessate.