Palermo: si cercano volontari per provare la pillola anti covid

Si chiama Molnupiravir ed è un antivirale che somministrato per via orale, sotto forma di pillola, per 2 volte al giorno per 5 giorni, potrebbe guarire dal covid. Il farmaco, che è stato definito come molto promettente in fase di test, sarà sperimentato al Policlinico di Palermo e in poche altre strutture sanitarie italiane: sotto osservazione la sua capacità di inibire la replicazione del Covid abbattendo così la carica virale se preso entro i primi giorni dalla comparsa dell’infezione. Finora l’unico antivirale efficace contro la malattia disponibile nel mercato è il Remdesivir, sviluppato inizialmente come cura contro l’Ebola, che però è utilizzato solo per in pazienti ricoverati in via endovenosa, mentre l’altra cura contro il covid, sempre da cominciare durante le prime fasi della malattia, è rappresentata dagli anticorpi monoclonali che, legandosi alla proteina Spike, impediscono l’ingresso del virus nelle cellule. Il Principal Investigator, ovvero il responsabile della conduzione della ricerca clinica sul Molnupiravir a Palermo, è il professore Antonio Cascio, direttore dell’unità di Malattie Infettive dell’ospedale universitario palermitano. Il Policlinico cerca 10 volontari per sperimentare la cura. Chi volesse ricevere ulteriori informazioni può scrivere all’indirizzo email stu- dio.antivirale.covid@gmail.com