Maturità: 49.000 candidati per la prova orale di 30 minuti

La scuola chiude e si prepara agli esami. In Sicilia sono già cominciate le prove per gli studenti di terza media. Sono in tutto 49.000 candidati che sosterranno solo una prova orale di almeno 30 minuti partendo dalla discussione di un elaborato su una tematica assegnata dal Consiglio di classe. L’elaborato può essere realizzato sotto forma di testo scritto, presentazione multimediale, filmato, produzione artistica o tecnico-pratica e riguarda una o più discipline tra quelle previste dal piano di studi. Nel corso della prova orale saranno accertati i livelli di padronanza della lingua italiana, delle competenze logico matematiche, delle competenze nelle lingue straniere. Durante il colloquio si andranno anche a verificare le competenze in educazione civica. La valutazione finale sarà espressa con la canonica votazione in decimi. Prevista la possibilità di assegnare la lode. Mercoledì 16 sarà la volta degli esami di maturità. Anche in questo caso procedura semplificata per i quasi 50mila studenti siciliani. Niente scritti, ma un’unica prova d’esame. Un maxi colloquio di un’ora, che parte dalla discussione di un elaborato sulle discipline d’indirizzo svolto sulla base dell’argomento assegnato dal Consiglio di classe, prosegue con la discussione di un testo di italiano e si allarga alle altre discipline. In questo caso la commissione predisporrà alcuni materiali che, estratti a sorte, verranno sottoposti ai candidati. L’ultima parte della discussione sarà dedicata alle esperienze maturate negli ultimi tre anni durante i Pcto (Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, che hanno sostituito l’alternanza scuola-lavoro). E’ l’ unica novità rispetto allo scorso anno e rappresenta il curriculum dello studente. Compilato in parte dalle scuole e in parte dagli stessi alunni, contiene tutte le certificazioni acquisite (linguistiche, informatiche innnazitutto), le esperienze maturate e le attività extra scolastiche svolte (professionali, artistiche, musicali, sportive e di volontariato).Un anno passato sostanzialmente in Dad (Didattica a distanza, con turni alternati in presenza, hanno determinato le scelte del ministero per un esame che gli studenti sosterranno con i propri insegnanti coordinati da un presidente esterno.