Variante brasiliana a Palermo su anziano vaccinato con Pfizer

Variante brasiliana a Palermo su anziano vaccinato con Pfizer

La temibile variante brasiliana del covid è stata accertata a Palermo su un paziente vaccinato anche con la seconda dose di Pfizer: si tratta di un 83enne immunodepresso. Il virus è stato identificato dai medici del laboratorio di Microbiologia e Virologia dell’azienda ospedaliera Villa Sofia-Cervello, diretta da Orazia Diquattro. Per scoprirlo è stato necessario effettuare delle analisi attraverso test di indagine di sequenziamento genico, con tecnica Ngs, che ha identificato la variante brasiliana nell’uomo. Il caso, così come come prevede il protocollo del ministero della Salute, è stato notificato e trasmesso al Laboratorio regionale di riferimento.

L’anziano si è presentato al pronto soccorso del Cervello di Palermo proprio dopo pochi giorni dalla seconda dose, accusava problemi respiratori e intestinali. Dopo il tampone è risultato positivo al coronavirus ed è stato ricoverato in terapia intensiva.