“Frenata” vaccini anti covid anche in Sicilia: 11.700 dosi in meno

“Frenata” vaccini anti covid anche in Sicilia: 11.700 dosi in meno

“Frenata” vaccini anti covid anche in Sicilia: il taglio operato da Pfizer su scala nazionale ha comportato 11.700 dosi in meno per la nostra isola. E’ un taglio del 23,8% sulle quantità previste, visto che nei 36 centri di somministrazione sono state consegnate 37.369 dosi anziché le 49.140 previste (-23,8%). Una quantità che deve servire per garantire i richiami degli operatori sanitari che avevano avuto la prima dose a partire dal 27 dicembre. Rispetto ai dati comunicati, però, bisogna considerare circa il 10-15% in più che si può recuperare da ogni fiala che contiene un eccesso di farmaco (non 5 ma 6 dosi). La prossima fornitura è attesa lunedì prossimo. La raccomandazione arrivata dall’assessorato regionale a tutti i 36 centri autorizzati per la somministrazione è di rallentare le somministrazioni.

Finora, come risulta dal report del ministero della Salute, aggiornato a martedì, sono stati vaccinati 94.716 soggetti su 132.000cdosi finora consegnate pari al 71%. Scendendo nel dettaglio 48.954 sono donne e 45.762 gli uomini. L’assessore alla Salute Ruggero Razza ha sollecitato Ema, l’agenzia europea del farmaco, ad accelerare le procedure per l’approvazione degli altri vaccini in via di autorizzazione.