La truffa delle “Teste di Moro” a Noto: coinvolto un ispicese

C’è anche un uomo originario di Ispica tra i destinatari dell’avviso di conclusione delle indagini a 4 persone, 2 uomini e una donna, accusati di truffa, e un altro accusato di simulazione di reato. Gli indagati si sarebbero presentati in una gioielleria del centro storico di Noto per acquistare 2 teste di moro e un centro tavola di ceramica di Caltagirone, collane e un orologio di marca, per un valore complessivo di 2.500 euro, pagando con un assegno. All’atto dell’incasso in banca, il titolo è risultato falso. Uno degli indagati avrebbe denunciato falsamente di aver smarrito 15 assegni bancari in bianco, tratti dai suoi conti correnti, tra cui anche l’assegno utilizzato per la truffa.