Servizio da asporto in bar e ristoranti anche nei festivi in Sicilia

Servizio da asporto in bar e ristoranti anche nei festivi in Sicilia

Il capo della Protezione civile Salvatore Cocina ha firmato il provvedimento che consente di svolgere in Sicilia, zona arancione per la pandemia covid, il servizio da asporto in bar, ristoranti e pizzerie durante i giorni festivi e di vendere fiori a ridosso dei cimiteri: con una circolare diramata nella tarda serata di venerdì Cocina ha dato il via libera a entrambe le categorie, che avevano protestato in modo deciso.

La Cna aveva dato voce alle categorie: “Bloccare l’asporto colpirà ulteriormente il settore, già in grande affanno”. Alla protesta si erano uniti anche i fiorai iscritti a Confesercenti, che in una lettera del presidente regionale dell’associazione Vittorio Messina segnalavano “il grande stato di difficoltà in cui versa la categoria, che lavorando con merce deperibile vedrà rimanere invendute e inutilizzabili gran parte delle proprie forniture malgrado la domenica e i giorni festivi venga garantito l’accesso ai cimiteri”.

L’asporto è consentito fino alle 22, “con divieto di consumazione e di assembramento sul posto o nelle adiacenze”, mentre l’attività domenicale dei fiorai è consentita “limitatamente agli orari di apertura dei cimiteri” e “solo in prossimità dei cimiteri stessi”. Una “pezza” all’ordinanza del governo regionale che mette ordine nell’intricata matassa di circolari, provvedimenti ed ordinanze che creano confusione e sconcerto nei cittadini.