Sicilia “Plastic free” grazie alla legge approvata dall’Ars

Sicilia “Plastic free” grazie alla legge approvata dall’Ars

La Sicilia sarà “Plastic free”. E’ la legge approvata all’unanimità dall’Ars per fermare bicchieri e stoviglie di plastica. La Sicilia è la prima regione d’Italia a dotarsi di una legge che limita e contrasta l’utilizzo spregiudicato della plastica, e lo fa stimolando, incentivando e promuovendo l’imprenditoria innovativa e green. Ed in questa direzione saranno utilizzati i proventi delle royalty delle società petrolifere. Oltre ai fondi comunitari saranno destinati le royalties per i finanziare gli imprenditori che scelgono di convertire gli impianti di produzione di plastica ubicati nella Regione in impianti di produzione di bioplastiche o di tipi di plastiche derivanti da materie prime rinnovabili, incluso il riciclo di plastiche convenzionali, o interamente biodegradabili o compostabili; per incentivare la ricerca di materiali biodegradabili e compostabili risultanti da una filiera di trattamento idonea ed efficace; per agevolare ‘le start up’ che si occupano di sviluppare nuove tecnologie sui materiali biodegradabili o di creare nuovi materiali biodegradabili; per concedere contributi ai proprietari, comproprietari, usufruttuari, affittuari, legali rappresentanti di aziende agricole o agli imprenditori agricoli per l’utilizzo di bioteli per la copertura degli insediamenti serricoli, di bioplastiche compostabili nella pacciamatura e di altre materie plastiche biodegradabili in agricoltura». In poche parole, un modello virtuoso capace di incentivare gli enti pubblici, gli imprenditori e soprattutto di stimolare il senso civico della comunità.