Divide gli esperti l’aumento dei casi covid in Sicilia

Divide gli esperti l’aumento dei casi covid in Sicilia

L’aumento esponenziale dei casi covid in Sicilia divide gli esperti sulle cause. Ci sono più positivi perché si fanno più tamponi oppure la Sicilia è ricaduta in una seconda ondata da pandemia si chiedono gli esperti. Gli infettivologi non hanno dubbi, come sostiene Massimo Farinella, direttore di Malattie infettive del Cervello di Palermo, città dove l’aumento dei casi è notevole: “Bisognava prorogare il blocco dei voli almeno fino a dopo il primo mese di scuola – dice il direttore – è evidente che viviamo le conseguenze dell’apertura ai flussi turistici. L’infettivologo è preoccupato dagli ospedali di nuovo pieni: “Serve un provvedimento della Regione per contenere gli assembramenti anche tra familiari: matrimoni e bus pieni sono un pericolo”. La Sicilia potrebbe andare così verso un secondo lockdown, seppur in modo più contenuto. L’assessore regionale alla Salute, Ruggero razza, nei giorni scorsi ha prefigurato uno scenario che deve far riflettere parlando di nuovi posti letto per i positivi sia presso gli ospedali covid sia presso i reparti di malattie infettive.