Allarme nuova truffa informatica: ecco come funziona

Allarme nuova truffa informatica: ecco come funziona

Si sta diffondendo negli ultimi tempi una truffa informatica via email che funziona a grandi linee così: per prima cosa, i criminali raccolgono informazioni sull’azienda bersaglio, scoprendo con quali aziende hanno rapporti di lavoro e trovando email dell’ufficio pagamenti della ditta in questione. Successivamente, i truffatori registrano un dominio molto simile a una di queste imprese e da quel dominio inviano una e-mail all’ufficio pagamenti, fingendo di essere il fornitore e comunicando un cambio di coordinate bancarie per il pagamento di una fattura che viene identificata. Infine i criminali attendono che il cliente effettui il pagamento della fattura. I soldi, ovviamente se si cade nel tranello, verranno versati sul conto con le coordinate bancarie “aggiornate”, le quali sono appunto quelle dei truffatori.

Il cliente si accorge del raggiro solamente dopo diverso tempo, quando il fornitore che non ha ricevuto il pagamento della fattura, sollecitato lo stesso alla ditta bersaglio, quale pensava di averla regolarmente saldata. Nel frattempo i criminali hanno già provveduto allo svuotamento del conto, facendo poi perdere le proprie tracce. “Il Codacons ha recentemente sviluppato il servizio di servizio telefonico e via e-mail per il progetto antitruffa” Acciuffa la Truffa – commenta il Presidente del Codacons Marco Donzelli – inoltre è necessario che i Comuni moltiplichino gli aiuti per tutelare il proprio territorio, non si può lasciare solo il Forze dell’Ordine”.