Caccia in Sicilia dal 2 settembre: le associazioni animaliste insorgono

Caccia in Sicilia dal 2 settembre: le associazioni animaliste insorgono

La proposta presentata dall’assessore regionale all’agricoltura Edy Bandiera affinchè la stagione della caccia possa partire il 2 settembre, fa già salire sulle barricate Legambiente, Lipu e Wwf, che hanno presentato una diffida. “Questo calendario venatorio, così come formulato – scrivono in una nota le tre associazioni ambientaliste – sarebbe illegittimo perché ripropone le medesime disposizioni già ampiamente e costantemente censurate dal giudice amministrativo”.

La proposta è stata illustrata da Bandiera al Comitato regionale faunistico venatorio. Il documento prevede una pre-apertura dal 2 settembre, la caccia del coniglio selvatico anche usando i furetti e la possibilità di cacciare tortora, pavoncella e moriglione, considerate specie in declino, e del combattente, che invece è considerato molto raro. Il calendario ha già ricevuto un parere negativo dall’Ispra, l’agenzia del ministero dell’Ambiente che vigila sulla protezione del territorio.