Presunto furto di arance sfocia in duplice omicidio a Catania

Presunto furto di arance sfocia in duplice omicidio a Catania

Un presunto furto di arance da un agrumeto sfocia in tragedia nella piana di Catania: un 42enne guardiano di un fondo agrumicolo tra Palagonia e Lentini, stando alle indagini avrebbe imbracciato il fucile da caccia caricato a pallini e ha fatto fuoco più volte per mettere in fuga quelli che lui riteneva essere 3 presunti ladri. Tutto è successo di notte, tra domenica e lunedì, quando l’uomo avrebbe agito per difendere gli aranceti, stando a quanto dichiarato agli inquirenti. Il bilancio è di 2 morti e un ferito grave. Messo alle strette dagli investigatori che lo hanno fermato, l’uomo ha riferito di aver sparato non con l’intenzione di uccidere, ma solo di intimidire. L’uomo è ora accusato di duplice omicidio e di tentativo di omicidio. Sono stati colpiti a morte un uomo di 47 anni e un 19enne. Un 36enne, ferito all’addome, ha avuto la forza di chiamare aiuto con il cellulare e di farsi portare, in auto, da un parente all’ospedale Garibaldi a Catania.