Accertati 443 casi di sifilide in Sicilia nell’ultimo decennio

Accertati 443 casi di sifilide in Sicilia nell’ultimo decennio

In Sicilia negli ultimi 10 anni sono stati accertati in tutto 443 casi di sifilide (43 solo nel primo semestre 2019), con un andamento crescente: i numeri si sono praticamente triplicati dal 2011 al 2016. Ogni anno, inoltre, si rilevano in media più di 250 nuove infezioni di Hiv, con una diffusione maggiore fra i maschi di età compresa fra 25 e 44 anni, e fra gli stranieri, in particolare donne. Sono alcuni dei dati che hanno convinto l’assessorato regionale alla Salute, in collaborazione con le nove Asp siciliane, a lanciare una campagna di prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, rivolta soprattutto ai giovani dai 18 ai 40 anni. I test, gratuiti e in forma anonima, serviranno ad aggiornare i dati «sulla popolazione aperta». I dati disponibili a proposito dell’Hiv, parlano di 243 nuove diagnosi nell’ultimo biennio (2017-2018) in Sicilia. Dove, in linea col resto d’Italia, si registra una riduzione di circa il 20%. A riferirlo è l’Istituto superiore di sanità (Iss), che recentemente ha pubblicato un aggiornamento con le ultime cifre del Centro operativo Aids (Coa). Sempre secondo l’Iss, continua invece ad aumentare la quota di persone (57% nel 2018) che scoprono di essere sieropositive molti anni dopo essersi infettate, ricevendo una diagnosi quando il loro sistema immunitario è già compromesso.