Il taglio dei parlamentari penalizza la Sicilia: ecco perchè

Il taglio dei parlamentari penalizza la Sicilia: ecco perchè

Il taglio dei parlamentari tocca da vicino anche la Sicilia che risulta essere, secondo i primi calcoli, la regione più penalizzata in termini di rappresentanza. La Sicilia eleggerà nel prossimo Parlamento 15 rappresentanti alla Camera anziché 25 nella circoscrizione occidentale e 17 in luogo degli attuali 27 nella Sicilia orientale. Nella circoscrizione occidentale la contrazione dei deputati eletti dai territori è pari al 40%, ad oriente arriva al 37%. Al Senato si passa da 25 a 16 eletti siciliani (-36%). Tutto da vedere come saranno articolati i tagli e dove incideranno di più. Come succede in questi casi saranno le provincie più piccole in termini di territorio e di numero di abitanti a pagare il prezzo più alto. Ragusa da questo punto di vista avrà serie difficoltà ad eleggere un suo rappresentante come, peraltro, è stato già dimostrato alle ultime consultazioni nazionali. Dice l’ex segretario regionale del Pd Fausto Raciti: «Fino a quando non saranno approvati i cosiddetti “contrappesi”, collocati su un piano regolamentare, ma soprattutto la nuova legge elettorale, il problema rimane in campo».