Disoccupato divulgava sul web materiale pedopornografico

Disoccupato divulgava sul web materiale pedopornografico

Arresto in flagranza per un disoccupato catanese di 43 anni accusato di avere divulgato su internet materiale pedopornografico. Scoperti dalla polizia postale di Catania, durante la perquisizione, migliaia di file di pornografia minorile. L’indagine è stata avviata in seguito ad una segnalazione dell’organizzazione non governativa statunitense National Centre for Missing Exploited Children al centro nazionale di contrasto della Pedopornografia On line del servizio polizia postale di Roma che ha trasmesso la nota alla polizia di Catania.

La segnalazione indicava il profilo di un italiano che su un blog straniero aveva pubblicato diverse immagini di pornografia minorile. Le investigazioni informatiche hanno consentito di identificare il soggetto, un disoccupato residente a Catania, nei confronti del quale la procura distrettuale ha emesso un immediato decreto di perquisizione, durante la quale è stata sequestrata una ingente quantità di dispositivi (hard disk, tablet, dvd). Nel corso della perquisizione informatica è emerso il possesso di migliaia di file (video e immagini) di pornografia minorile, anche con vittime in età infantile. Da qui è scattato l’arresto in flagranza di reato. Il Gip ha convalidato l’arresto ed ha disposto la detenzione domiciliare. Il materiale sequestrato sarà sottoposto ad approfondite analisi da parte degli esperti informatici della polizia postale per chiarire le modalità di acquisizione e tentare l’identificazione delle vittime.