Naufragio a Lampedusa: morti e dispersi, tra cui 8 bimbi

Naufragio a Lampedusa: morti e dispersi, tra cui 8 bimbi

A pochi giorni dall’anniversario della strage di migranti a Lampedusa con 366 morti, un altro naufragio di ottobre fa piangere per altre vittime. Un barchino, con a bordo una cinquantina di migranti, si è ribaltato durante le operazioni di soccorso. Tredici i corpi recuperati, tutti donne, al momento, 22 i superstiti. Tutti gli altri sono dispersi e sono in corso le ricerche. Tra loro ci sarebbero anche 8 bambini, secondo quanto si apprende dal racconto dei sopravvissuti agli uomini della Guardia costiera e della Guardia di finanza che li hanno soccorsi. A bordo del barchino in legno c’erano in maggioranza tunisini e subsahariani. Il naufragio è avvenuto tra le 2 e le 3 di notte a circa sei miglia dalle coste dell’isola, nel tratto di mare tra l’isolotto di Lampione e la più grande delle Pelagie. S

Questa ennesima tragedia arriva anche a pochi giorni di distanza dall’intesa sui tempi di rimpatrio da 2 anni a 4 mesi per molti dei migranti irregolari che arrivano in Italia senza avere i requisiti per lo status di rifugiato: un risultato da raggiungere allargando a 13 Stati la lista dei Paesi ritenuti sicuri dove rimandarli e snellendo l’iter burocratico per gestire le domande d’asilo.