Il Google Camp più esclusivo di sempre con i vip a Selinunte

Il Google Camp più esclusivo di sempre con i vip a Selinunte

Sarà forse il Google Camp più esclusivo di sempre. Certamente il più affollato dai supervip di tutto il pianeta. Lo dicono i numeri degli aerei atterrati e attesi all’aeroporto di Palermo e di Trapani. I primi 40 jet privati con provenienze più disparate, Tokyo, S. Francisco, New York, Mosca, hanno stati “parcheggiati” in un’area di sosta riservatissima della pista del “Falcone Borsellino”. In tutto alla fine saranno 114. La quarta edizione del Google Camp è ritornata a Selinunte all’ombra dei templi, tirato a lucido, illuminato in modo impeccabile reso inaccessibile da un servizio d’ordine strettissimo.

Tra i primi ad arrivare i fondatori di Netflix e Diane von Fustenberg con il marito Barry Diller, proprietario di Tripadvisor ed Expedia. La coppia è ospite fissa dell’appuntamento voluto da Larry Page e Sergey Brin, fondatori del colosso Google, che organizzano un meeting elitario dove star dello spettacolo, premi Nobel e dirigenti di multinazionali discutono di attualità e società. Nessuna conferma, almeno finora, sull’arrivo di Barack Obama ed in dubbio anche la presenza del principe Harry della famiglia reale inglese, in passato ospite del The camp, mentre arriverà Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook; atteso anche John Elkann con il fratello Lapo e David Geffen, cofondatore della DreamWorks e considerato uno degli uomini più ricchi al mondo. Secondo le indiscrezioni, tra gli ospiti anche Tom Cruise e George Clooney mentre John Legend, in questi giorni in Sicilia dopo un concerto a Taormina, potrebbe esibirsi dopo la cena di gala a Selinunte. Il primo appuntamento è infatti al tramonto con un aperitivo davanti al tempio di Hera, poi cena di gala e concerto con palco circolare e spettacolo di luci. Gli organizzatori del Google camp hanno allestito un quartier generale dentro il parco di Selinunte e al Verdura Resort di sir Rocco Forte che ospiterà i supervip in questa settimana. Davanti al resort di Sciacca campeggia da ieri lo yacht Ulysses, lungo 116 metri e dal valore di 275 milioni di dollari, che appartiene al nababbo neozelandese Graeme Hart.