Voto di scambio: condanna a un anno per Lombardo e il figlio Toti

Voto di scambio: condanna a un anno per Lombardo e il figlio Toti

Raffaele Lombardo, ex presidente della Regione e leader di Mpa, è stato condannato ad un anno. Stessa pena per il figlio Toti ed altre 3 persone. Tutti sono stati riconosciuti responsabili di reato elettorale, nella fattispceie voto di scambio, con la promessa di un paio di posti di lavoro in cambio di voti a favore di Toti Lombardo, eletto con poco più di 9.000 voti nelle lista Mpa alla Regione nelle elezioni del 2012. La condanna è arrivata dai giudici d’appello della 1ª sezione. Gli altri 3 imputati sono Ernesto Privitera, Giuseppe Giuffrida e Angelo Marino. A presentare ricorso contro la sentenza di primo grado, che aveva assolto gli imputati perché il fatto non sussiste, emessa a fine ottobre 2016 dal tribunale monocratico, fu la procura. In appello l’accusa chiese un anno e 2 mesi ciascuno per i Lombardo e 10 mesi a testa per gli altri 3. A fare scattare l’inchiesta furono le dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia. Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro 90 giorni e la difesa dei Lombardo ha preannunciato ricorso in Cassazione.