Arrivano i “pesci mangiaplastica” sulle spiagge siciliane

Arrivano i “pesci mangiaplastica” sulle spiagge siciliane

Un pesce che si “nutre” di plastica e che aiuta i nostri mari a restare puliti: dodici di questi “esemplari” saranno collocati su altrettante spiagge siciliane. L’iniziativa è promossa da Michele Catanzaro parlamentare regionale del Pd, primo firmatario del disegno di legge Plastic Free presentato all’Assemblea regionale siciliana. I “pesci mangiaplastica” sono realizzati in ferro battuto dalla Officine Cucchiara, misurano 2 metri per 80, e serviranno a raccogliere bottiglie e contenitori di plastica dei bagnanti. “Ho deciso di donare queste ‘sculture’ che si coloreranno di tutti i rifiuti in plastica che i bagnanti potranno gettare al loro interno piuttosto che abbandonarli sulla spiaggia”.

Il primo pesce è stato collocato sul lido agrigentino di San Leone e un altro “esemplare” è arrivato a Sciacca. L’iniziativa coinvolgerà in totale 11 spiagge della costa agrigentina (fra queste Porto Empedocle, Ribera, Menfi) e Lampedusa. “Stiamo ricevendo richieste da altre province della Sicilia e siamo già attrezzati per estendere questa iniziativa – aggiunge Mchele Catanzaro. Ognuno di noi può fare qualcosa per l’ambiente. Nella qualità di parlamentare regionale questo è uno dei miei obiettivi. Ho presentato il ddl Plastic Free per mettere al bando stoviglie, bicchieri e shopper in plastica monouso. La distribuzione dei ‘pesci’ rientra dunque in un percorso di sensibilizzazione e tutela del territorio”.